Coronavirus: Cgil E-R, 31 milioni di ore Cig tra aprile-maggio

'Situazione drammatica. Dato peggiore della somma ultimi 4 anni'

Tra i mesi di aprile e maggio, a causa dell'emergenza legata al coronavirus, sono state 131 milioni, in tutta l'Emilia-Romagna, le ore di Cassa Integrazione: è quanto evidenzia la Cgil regionale secondo cui il dato presenta una quadro peggiore rispetto a tutto il 2010 - l'anno più pesante della grande crisi - e della somma degli ultimi quattro anni.

"Leggendo i dati dell'Inps sulle ore autorizzate di Cassa Integrazione (ordinaria, straordinaria e in deroga) e di assegni dei Fondi di solidarietà, nel solo bimestre aprile-maggio - spiega il sindacato -parliamo di 131 milioni di ore, una cifra ben superiore alle ore autorizzate in tutto il 2010 quando furono 118,4 milioni, e superiore pure a quelle dell'intero quadriennio 2016-2019, quando furono 121,7 milioni".

Si tratta, osserva la Cgil Emilia-Romagna in una nota di un "quadro drammatico: bisogna accelerare i pagamenti, estendere l'anticipo rapido, prolungare gli ammortizzatori e stop ai licenziamenti fino a fine 2020".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie