Zaia, nessun hotel su Colline Prosecco

Lì il 60% è superficie a bosco, in 10 anni 1,5 milioni turisti

Redazione ANSA VENEZIA

VENEZIA - "Non daremo mai l'autorizzazione a costruire nuovi alberghi nella zona Unesco delle Colline del prosecco di Conegliano e Valdobbiadene". Lo ha detto, a margine del 'Buy Veneto', il presidente della Regione, Luca Zaia. "Le Colline - ha aggiunto - ci serviranno come apripista per un mercato nuovo. Oggi quell'area conta circa 250mila turisti l'anno, il nostro benchmark nei prossimi 10 anni è di arrivare a 1,5 milioni. Ma non ci sarà alcun nuovo albergo. Vogliano sviluppare un sistema rispettoso, e stiamo facendo tutte le norme per arrivare all'albergo 'diffuso', fatto dal recupero di tutti i micro-casolari esistenti in quelle zone. L'Unesco lo sa bene. Il 60% del territorio delle colline di Conegliano-Valdobbiadene è boscato, e qui i vigneti esistevano già nell'800".
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA