L'illustrazione per l'infanzia al Museo degli Innocenti di Firenze

Da Gian Burrasca alle opere di Balla, Carrà e Rosai

Redazione ANSA FIRENZE

FIRENZE - Gian Burrasca, le copertine del Giornalino della Domenica e le opere dei grandi artisti del '900 che richiamano il mondo dell'infanzia come Balla, Carrà e Rosai: è quanto propone 'Bambini per Sempre! Infanzia e illustrazione nell'arte del primo Novecento', mostra ospitata al Museo degli Innocenti di Firenze dal 9 luglio al 14 settembre.

La mostra, che segna la ripartenza delle attività del museo dopo lo stop per il Covid ed è a cura di Nadia Marchioni e Arabella Natalini, raccoglie tra l'altro opere di Balla, Balduini, Cambellotti, Carlini, Carrà, Conti, Levasti, Rosai, Soffici, Viani, accanto a quelle più rare di Alberto Magri, che, travolti dalla forza del futurismo, trovarono nel mondo dell'infanzia un porto sicuro di fascinazione e ispirazione. E c'è l'arte contemporanea di Sandra Tomboloni che ripropone, dopo un secolo, quel modo non scontato di leggere la realtà. 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie