Da Dylan a Madre Teresa, i grandi negli scatti di Harari

50 anni di incontri nella mostra dedicata al fotografo ad Ancona

Redazione ANSA ANCONA

ANCONA - Da Bob Dylan a Rita Levi Montalcini, da Paul McCartney a Madre Teresa, da Lou Reed a Helmut Newton, da Fabrizio De André a Pier Paolo Pasolini. Sono oltre 300, tra scatti, filmati e libri, le opere presentate dal 2 giugno al 9 ottobre alla Mole Vanvitelliana di Ancona nella mostra "Remain in Light", del grande fotografo italiano Guido Harari (1952). Un'esposizione antologica a cura di Denis Curti, mai presentata prima, ed illustrata oggi dallo stesso autore, in cui ripercorre 50 anni di lavori e d'incontri. Nato come fotografo di artisti musicali per i quali ha firmato un'infinità di copertine, tra le quali quelle di Andrea Bocelli, Pino Daniele, Dylan, Vasco Rossi, Simple Minds e Frank Zappa, Harari ha esplorato poi il reportage, il ritratto istituzionale, la pubblicità e la moda, collaborando con le maggiori testate italiane e internazionali. "A un certo punto - ha raccontato l'artista sui suoi esordi - non mi sono più accontentato di guardare e fotografare i cantanti che amavo dal punto di vista del pubblico. Volevo conoscerli, saltare dall'altra parte, e attraverso loro incrociare altri mondi, perché un ritratto non è solo un'immagine, è un incontro".
    Così Harari inizia la mostra ricostruendo idealmente la sua cameretta da adolescente tappezzata di foto, poster, copertine di dischi e autografi dei suoi idoli, per proseguire con uno sguardo ravvicinato sui backstage delle tournée alla ricerca di un'intimità con gli artisti, passando per i concerti dei più grandi: dai Queen a Bob Marley, dai Rolling Stone ai Led Zeppelin, da Santana a Tina Turner, fino al festival Woodstock '94, che esploderà nella dimensione più esclusiva del ritratto. Ma tra questi, non ci sono solo quelli casuali o studiati coi musicisti, in cui figura anche un Leonard Cohen in posa da dormiente sotto un quadro di nudo femminile, ma anche 'gli incontri del cuore' con Pina Bausch, Luis Sepulveda, Lindsay Kemp, Sebastiao Salgado, Robert Altman e tanti altri. Una sezione è poi interamente dedicata alle eccellenze italiane della cultura e della società: da Giorgio Armani a Sofia Loren, da Enzo Biagi a Carla Fracci fino ad Alda Merini, ed un'altra ai grandi fotografi. Infine alcuni libri, vere e proprie biografie illustrate, di grandi personaggi come Pasolini, Giorgio Gaber, Fernanda Pivano e De André, realizzati accedendo ai loro archivi, e alcuni esempi di sperimentazione di nuovi linguaggi fotografici.
    La mostra, promossa dal Comune di Ancona - presente oggi l'assessore alla Cultura Paolo Marasca - assieme a Rjma progetti culturali, Wall Of Sound Gallery e Maggioli Cultura, offre inoltre la possibilità ai visitatori di essere fotografati dall'autore su prenotazione nella 'Caverna magica'. I ritratti ottenuti verranno esposti al pubblico. 
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie