Novecento Rendez-Vous, alla ricerca dell'arte del XX secolo

Prima edizione evento diffuso, si comincia da Roma

Redazione ANSA ROMA

S'intitola Novecento Rendez-Vous la prima edizione di una iniziativa nazionale che celebra il XX Secolo, attraversando gli stili che si sono succeduti e le architetture, mode ed eventi cui hanno dato vita. Il curatore dell'associazione Italia Liberty, Andrea Speziali, ha scelto un percorso ideale che inizia dove il Liberty cede il passo all'Art Déco per proseguire fra Razionalismo, Simbolismo, Eclettismo, Futurismo fino ai ruggenti anni Sessanta e, in parte, anni Novanta. Dal 16 novembre all'8 dicembre l'evento diffuso con appuntamenti in varie località: visite guidate in prestigiose residenze, mostre e workshop per consentire a un vasto pubblico di vivere un'esperienza originale a ritroso nel tempo. Questa prima edizione vede infatti una notevole concentrazione di attività con passeggiate alla scoperta e riscoperta dell'Art Déco perché proprio nel 2019 ricorre il centenario dalla realizzazione dei primi manufatti Déco. Vede inoltre al centro la figura e l'opera di Mario Mirko Vucetich, poliedrica figura di architetto e artista del '900. Un personaggio che, tra l'altro, ha portato il nome di Marostica nel mondo con la partita a scacchi con personaggi viventi che ideò, curò e realizzò nel 1955.

I principali centri attorno ai quali si sviluppano percorsi di visita ed esperienze sono Torino, Bari, Catania, Firenze e Roma, ma altri ancora i luoghi coinvolti in giro per l'Italia. Primo appuntamento sabato 16 novembre a Roma a Villino Ximenes, la casa-studio di Ettore Ximenes e la dimora del misantropo Principe Torlonia ovvero la Casina delle civette in cui l'utilizzo di forme sinuose e di un raffinato gusto decorativo rendono questi due luoghi due capolavori assoluti del liberty romano. Dalla Città universitaria de 'La Sapienza' al rione EUR contrapponendo lo sfarzo e la ricchezza del modernismo, all'essenzialità ed il rigore delle forme dello stile razionalista che a partire dagli anni Venti cambiò profondamente di Roma. 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA