Ferrara, tecnologie del futuro a palazzo Schifanoia

Una nuova app permette di osservare con gli 'occhi' del '400

Redazione ANSA FERRARA

FERRARA - Passeggiare per le rinnovate sale del museo Schifanoia di Ferrara in compagnia di un'app che funge da guida multimediale personale, ma anche osservare la facciata del palazzo esattamente come la vedevano i ferraresi del '400, con i colori e i decori che oggi non ci sono più. Sono alcune delle nuove possibilità a disposizione dei visitatori del museo civico, divenute reali grazie a una serie di tecnologie e apparati all'avanguardia, voluti dall'Amministrazione comunale per rendere multimediale e interattiva l'esperienza di visita al salone dei Mesi e agli altri ambienti del palazzo, di recente rinnovati e aperti al pubblico. Il progetto di innovazione è stato realizzato grazie a finanziamenti regionali (per 50mila euro) e comunali (per altri 20mila euro).
    L'app Museum-Mix, scaricabile gratuitamente all'arrivo in museo, consente di visitare le collezioni avendo nel palmo della propria mano una vera e propria guida personale. Il supporto alla visita avviene tramite l'audio che racconta le varie sale e gli oggetti esposti. Nel Salone dei Mesi, inoltre, l'app permette di sfruttare la realtà aumentata diventando uno strumento di indagine e ricerca che consente, inquadrando le decorazioni con lo smartphone, di approfondirne storia e significati attraverso audio e immagini dedicate. All'inizio del percorso, in una sala dedicata, i visitatori troveranno un video con ricostruzioni in 3D, che narra le vicende costruttive e quelle conservative dell'edificio, mostrando l'aspetto del Palazzo nel Quattrocento e le porzioni andate distrutte nei secoli successivi, come la scalinata di accesso al Salone o la "loggia longa" dell'ala più antica. Inoltre un videomapping permette di ammirare la facciata originaria del Palazzo, proiettando sulla parete di una delle sale del museo il coloratissimo aspetto esterno dell'edificio, come immaginato da Borso d'Este e oggi completamente diverso. Il tutto accompagnato da un video con la ricostruzione in 3D dell'antica facciata in tutte le sue porzioni. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie