Fotografia, Gotti, '45 years travelling'

In mostra a Bologna 45 anni di esplorazioni in oltre 70 Paesi

Redazione ANSA BOLOGNA

BOLOGNA - La mostra '45 years travelling. Gli straordinari viaggi di Paolo Gotti intorno al mondo' - che propone un excursus attraverso alcune delle immagini più significative che il fotografo bolognese ha registrato in 45 anni di esplorazioni in oltre 70 Paesi nei cinque continenti - è l'evento di riapertura, mercoledì 1 maggio, della Temporary Gallery di Bologna (via Santo Stefano 91/a).
    Dal primo grande viaggio in Africa, nel 1974, quando attraversò il Sahara con la sua Land Rover per poi fare ritorno in Italia a bordo di una nave cargo, agli ultimi viaggi a Cuba alla scoperta delle piantagioni di tabacco e della coloratissima cittadina di Baracoa, in mostra fino al 30 giugno sono rappresentati non solo paesaggi e volti delle persone incrociate in 45 anni, ma soprattutto emerge lo sguardo del fotografo, mai disincantato ma sempre curioso ed entusiasta, convinto che la destinazione non esista senza il percorso e che il viaggio più bello sia quello che bisogna ancora compiere.
    Nella sala cinema, al piano inferiore della Temporary Gallery, sarà possibile assistere alla proiezione dei suoi progetti fotografici più significativi degli ultimi anni: 'Cina 1978. Appunti di viaggio' (2019), 'Ruggine' (2018), 'Stories.
    Viaggio tra fotografia e letteratura' (2016) e 'Alle origini della terra' (2014).
    Paolo Gotti nasce a Bologna e si laurea in architettura a Firenze, dove frequenta il Centro di studi tecnico cinematografici. Nel 1974 sceglie l'Africa come meta del suo primo grande viaggio, poi inizia a dedicarsi al reportage.
    Ancora oggi gira il mondo per immortalare persone, paesaggi e situazioni, che archivia in un gigantesco atlante visivo che conta oltre 10.000 immagini, da cui nascono i calendari tematici che realizza da circa vent'anni. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA