Inedito capolavoro Jacopo della Quercia

Ritratto equestre di Niccolò Ludovisi alla Rocchetta Mattei

Redazione ANSA BOLOGNA

BOLOGNA - Un inedito capolavoro di Jacopo della Quercia, il Ritratto equestre di Niccolò Ludovisi, è stato identificato alla Rocchetta Mattei di Grizzana Morandi (Bologna): recentemente attribuito allo scultore del Quattrocento grazie a una lunga indagine stilistica, iconografica e tecnica, il rilievo sarà presentato il 2 maggio a Casa Saraceni, sede della Fondazione Carisbo.
    Si deve all'acquisto nel 2005 da parte della Fondazione, al decennale restauro dopo una lunga decadenza e infine all'apertura al pubblico nel 2015, se alcune rilevanti opere alla Rocchetta Mattei sono giunte fino a noi in eccellente stato conservativo.
    Posto nel cortile centrale, il tondo in pietra calcarea con diametro di 85 cm raffigura il ritratto equestre di Niccolò di Ligo Ludovisi, insigne capitano bolognese, e si caratterizza come un bassorilievo della tarda produzione bolognese del celebre scultore senese, tra il terzo e quarto decennio del XV secolo. Un tempo l'opera era posta nel Chiostro dei Morti del Convento di San Domenico e sovrastava la tomba che Giovanni Ludovisi, politico illustre e grande mecenate di artisti, commissionò per se stesso e per il padre Niccolò. La scoperta del capolavoro è merito di Paolo Cova, ricercatore incaricato dalla Fondazione Carisbo come referente scientifico e coordinatore delle attività didattiche della Rocchetta Mattei.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA