Weekend di mostre, da Lisetta Carmi a Giovanni Boldini

Al Mann di Napoli i disegni di Tanino Liberatori

di Marzia Apice NUORO

NUORO - Con i musei delle poche regioni gialle che nei giorni feriali possono tornare a riaprire le porte al pubblico, e gli appuntamenti espositivi fruibili online o su prenotazione, il settore dell'arte cerca di ripartire con fiducia resistendo alla crisi degli ultimi mesi.
    NUORO - Centinaia di scatti in bianco e nero realizzati in Sardegna tra il 1962 e il 1976 a documentare lo speciale dialogo estetico tra una delle protagoniste della fotografia italiana e l'isola: "Lisetta Carmi. Voci allegre nel buio", dal 19 gennaio al 13 giugno al MAN Museo d'arte provincia di Nuoro e a cura di Luigi Fassa e Giovanni Battista Martini, esplora un aspetto inedito della produzione della fotografa, frutto dei numerosi e ripetuti soggiorni in Sardegna.
    MILANO - Infanzia, bambini, artisti e libri: ruota attorno alla meraviglia e alla fantasia la mostra ospitata dalla Biblioteca Braidense dal 21 gennaio al 20 marzo dal titolo "Tempi terribili. Libri belli. La collezione Adler alla Braidense", a cura di Federica Rossi. Dedicata ai libri sovietici per bambini della collezione Adler, realizzati tra gli anni '20 e '30 del '900, la mostra presenta un totale di 140 opere. Scoprire il mito di Raffaello attraverso lo sguardo di Giuseppe Bossi, nei suoi disegni e nella sua collezione, tra opere su carta e maioliche: in attesa di poter visitare di persona la mostra "Giuseppe Bossi e Raffaello al Castello Sforzesco di Milano", è ora disponibile un interessante virtual tour, con una mappatura 3D dello spazio e contenuti multimediali (foto, video, descrizioni e link). accessibile al pubblico sul sito milanocastello.it.
    TERMOLI (CB) - Dal 18 gennaio riapre con ingresso gratuito per tutti e un nuovo allestimento a cura della direttrice artistica Caterina Riva il MACTE - Museo di arte contemporanea di Termoli: un percorso per conoscere i vincitori del Premio Termoli dal 1955 a oggi, da Mirella Bentivoglio a Benni Bosetto, passando per Carla Accardi, Mario Schifano, Nanda Vigo.
    ROMA - Visitabile solo su prenotazione la mostra "Double Fantasy" delle artiste Milica Ćirović e Ola Czuba, in programma a Casa Vuota dal 19 gennaio al 7 marzo: curata da Gaia Bobò, l'esposizione riflette, attraverso video, fotografia e installazione, sull'arredo domestico come un terreno di contraddizioni e fragilità e sul tema dell'identità.
    ROVERETO - Riapre il MART con "Giovanni Boldini. Il piacere", mostra che dal 18 gennaio al 5 aprile celebra il ritrattista della Belle Époque nel novantesimo anniversario della morte.
    Caffè, salotti, abiti, eleganza, splendide signore: nel percorso 170 opere provenienti da collezioni pubbliche e private, dipinti nei quali il pittore riuscì a descrivere e allo stesso tempo definire lo stile, le tendenze e l'estetica di Parigi, città dove egli si stabilì. Al museo di Rovereto, oltre ai due nuovi progetti outdoor "Sol Invictus" di Luciano e Ivan Zanoni e "Twingo Monument" di Daniele Nicolosi, prosegue anche il programma digitale, tra cui le playlist settimanali su Spotify per esplorare in modo diverso le Collezioni museali, l'audioguida dedicata a Boldini e una speciale video visita guidata condotta dal Presidente Sgarbi.
    PISTOIA - Dal 21 gennaio Fondazione Pistoia Musei riapre al pubblico con la mostra "Pistoia Novecento. Sguardi sull'arte del secondo dopoguerra": a cura di Alessandra Acocella, Annamaria Iacuzzi, e Caterina Toschi, il progetto espositivo dedicato alla valorizzazione della collezione permanente presenta fino al 22 agosto opere e documenti di artisti pistoiesi, accanto ad autori non locali ma che comunque hanno legato il proprio lavoro alla città.
    NAPOLI - Al MANN dal 18 gennaio "Lucy. Sogno di un'evoluzione" del fumettista e disegnatore Tanino Liberatore, allestita fino al 12 aprile nelle sale della sezione "Preistoria e Protostoria": il pubblico potrà conoscere - tra bozzetti preparatori a matita e proiezioni dei disegni finali - il progetto dell'artista ispirato ai ritrovamenti in Etiopia (1974) di un esemplare femminile di una giovane Australopithecus afarensis (chiamata Lucy). (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie