A New York Banksy, genio o vandalo?

Con oltre cento opere del controverso 'street artist'

di Gina Di Meo NEW YORK

NEW YORK - Genio o vandalo? E' l'interrogativo a cui viene posto di fronte il pubblico visitando 'Banksy: Genius or Vandal?' la mostra che ha aperto a New York con oltre cento opere del controverso esponente della 'street art'. Una mostra unica nel suo genere che mette insieme opere originali provenienti da collezioni private, con anche sculture, un'installazione multimediale, foto, video che svelano dettagli sul misterioso artista britannico.

"Banksy - ha spiegato il curatore Alexander Nachkebiya - è uno degli artisti più brillanti e importanti del nostro tempo. La sua arte sfida il sistema, è una forma di protesta, un mistero, una violazione delle legge. Ogni visitare sarà in grado di decidere da se' chi è Banksy, un genio o un vandalo, un artista o un uomo d'affari, un provocatore o un ribelle".

La mostra è divisa in sezioni ed ognuna di esse è legata ad un tipo di arte. Tra gli argomenti, la guerra, la pop art, la Brexit, il consumismo, la polizia. "Tra le altre cose - ha spiegato all'ANSA Hamza El Azhar, produttore di Banksy: Genius or Vandal?' - queste opere mostrano anche tutte le cose brutte che accadono nel mondo e l'artista vuole scioccare il pubblico rivelando ciò che ci circonda. E' nota la sua battaglia contro la disoccupazione, contro il consumismo sfrenato, alcune aberrazioni della società. Inoltre abbiamo anche voluto riprodurre quello che presumibilmente può essere il suo studio attraverso le storie e le informazioni che abbiamo raccolto".

La mostra, organizzata da Exhibition Hub e Fever, arriva a New York dopo il successo di pubblico ottenuto, tra le altre, in città come Mosca, San Pietroburgo, Madrid, Málaga, Hong Kong, Milano, Lisbona, Las Vegas.

Tra le opere esposte anche 'Devolved Parliament', realizzato nel 2009, e originariamente intitolato 'Question Time'. Ha cambiato titolo successivamente con gli eventi legati alla brexit. Il quadro rappresenta il parlamento inglese ma al posto dei deputati vengono raffigurate delle scimmie. Vi è anche la sua interpretazione della pop art con una rivisitazione di alcune opere famose di Andy Warhol. Al posto di Marilyn Monroe, rappresentata Warhol nelle sue famose serigrafie, Banksy raffigura Kate Moss. Vengono inoltre reinterpretati gli inconici barattoli della Campbell. Vi sono anche alcune immagini del suo 'Walled Off Hotel' a Betlemme proprio di fronte al muro che separa la Cisgiordania dallo stato di Israele.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie