La Royal Albert Hall riapre e si prepara ai 150 anni

Il 2021 segna rinascita dopo la crisi che ha colpito il settore

Redazione ANSA LONDRA

LONDRA - La celebre Royal Albert Hall di Londra si prepara alla riapertura dopo la fine del lockdown introdotto in Inghilterra per contenere la pandemia e annuncia un programma ambizioso e pieno di star dello spettacolo per celebrare nel 2021 il 150/o anniversario dalla sua inaugurazione. Rimasta chiusa prima d'ora solo durante la Seconda Guerra mondiale, la sala da concerto ha annunciato i nomi di alcuni dei big pronti a esibirsi l'anno prossimo: Eric Clapton, Patti Smith e i Beach Boys.

Craig Hassall, responsabile della 'venue' londinese, ha sottolineato la determinazione dell'istituzione britannica a rimanere un punto di riferimento per la musica "nonostante l'impatto devastante della pandemia". Secondo un rapporto di Music Uk, un ente del settore, i locali di musica dal vivo hanno visto i ricavi diminuire dell'85% quest'anno, con un effetto a catena in tutto il settore. La Royal Albert Hall, inaugurata nel 1871 dalla regina Vittoria e intitolata a suo marito, il principe Alberto, ha subito una perdita di 27 milioni di sterline durante il lockdown e ha rimborsato biglietti venduti per oltre 7,5 milioni di sterline. Dopo l'allentamento delle restrizioni in tutta l'Inghilterra a partire dal 2 dicembre, è pronta ad accogliere il pubblico con misure di distanziamento sociale già da questo mese. Al contempo, i musei e le attrazioni turistiche di Londra riaprono, sempre nel rispetto delle regole anti-Covid.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie