Con Cibus a Parma fiere internazionali ripartono in presenza

Grazie a ritrovata mobilità arriveranno buyer Europa, Paesi ddl Mediterraneo e Oltremare

Redazione ANSA ROMA

 - Le grandi fiere internazionali ripartono in presenza e la prima sarà Cibus, a Parma dal 31 agosto al 3 settembre, rappresentando così un banco di prova per l'economia nazionale e un trampolino per riprendere l'espansione sui mercati esteri e per definire strategie di mercato. Questo è Cibus 2021 che , come precisano gli organizzatori di Fiere di Parma, manterrà la sua attività parallela di matching sui suoi canali digitali, ma non può prescindere dall'incontro fisico tra i protagonisti dei mercati.

Una presenza garantita da Green Pass, tamponi e misure anti Covid che assicurano la sicurezza dell'evento.

Sono attese quasi 2000 aziende che presenteranno i loro prodotti, tra cui 500 novità (i nuovi prodotti saranno comunicati una settimana prima dell'inizio di Cibus sul sito di manifestazione e tramite l'app Cibus) ai circa 40.000 operatori internazionali che parteciperanno, anche grazie al piano di incoming e alla collaborazione con Agenzia Ice. Grazie al programma Cibus Destination i top buyer italiani ed esteri potranno scoprire ed approfondire le competenze distintive italiane sia in Fiera, con percorsi tematici, sia sul territorio, con visite ai siti produttivi delle aziende alimentari. (ANSA).

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie