Storia, musica, delizie alle Giornate dei castelli

Dalla Sicilia al Veneto, appuntamento il 25 e 26 settembre

di Cinzia Conti ROMA

MESSINA - A picco sul mare di Roccella Jonica, in Calabria, o degustando vino al castello di Roncade, in Veneto. Nella peculiare struttura a chiocciola del centro storico medievale di Parasio in Liguria o al Castello del Forte del Santissimo Salvatore e alla lanterna del Montorsoli a Messina. Ci sarà solo l'imbarazzo della scelta sabato 25 e domenica 26 settembre per la 22/a edizione delle Giornate Nazionali dei Castelli, a cura dell'Istituto Italiano dei Castelli (IIC): 19 le regioni coinvolte con altrettanti siti principali e numerose attività collaterali. Tutte le informazioni dettagliate su www.istitutoitalianocastelli.it/ e su www.facebook.com/Istituto-Italiano-dei-Castelli-419457754930754/ ?fref=ts (l'hashtag è #giornatenazionalideicastelli2021).

    Non solo castelli, rocche, torri ed altre architetture fortificate ma intere città o borghi come la marchigiana Fossombrone - tra gli Appennini e l'Adriatico - o la sarda Laconi animate da premiere di documentari, visite guidate in interno e walking tour in esterno, visite virtuali, conferenze in presenza e in streaming, conversazioni, presentazioni di libri, concerti open air, recital di favole, degustazioni e pranzi con rivisitazioni storiche.

    Con oltre 20.000 siti censiti, fotografati e studiati e con un'organizzazione capillare, l'Istituto Italiano Castelli, onlus a carattere scientifico fondata nel 1964 a Milano da Piero Gazzola, cura tutto l'anno attività che includono anche la pubblicazioni di due collane editoriali e una rivista specializzata, incontri periodici e convegni. "Nell'anno della pandemia - spiega l'architetto Fabio Pignatelli della Leonessa, presidente dell'Istituto - ci siamo visti costretti ad annullare le Giornate a causa della diversa situazione epidemiologica su base regionale e della grande eterogeneità dei siti coinvolti ma abbiamo continuato online la nostra intensa attività di conferenze, conversazioni e corsi molto graditi sia dai nostri soci che dai non soci. Con la ripartenza riprendiamo 'in presenza' non solo le Giornate Nazionali, che hanno il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e hanno aderito alle Giornate Europee del Patrimonio, ma anche le nostre attività di viaggi di conoscenza, il premio di laurea, il concorso fotografico Il Castello si Racconta dedicato alle scuole di secondo grado".

    La Lombardia propone delle attività anche il week end precedente: il 17 settembre una visita al raro esempio di castello gemino di Grosio (Sondrio), complesso fortificato costituito dai due castelli di San Faustino e dal castrum novum che ospita la premiazione del concorso 'I castelli si raccontano'. Il 18 settembre invece ci sarà la visita guidata alla Torre di Castionetto di Chiuro (Sondrio) abbinata a un'esperienza di cammino e di degustazione.

    Oltre ad applicare tutti i protocolli di sicurezza previsti per le visite in presenza, saranno offerti molti contenuti online - dalle conferenze in streaming, a video documentari dei siti, a visite virtuali - per chi non desidera o non può ancora viaggiare. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie