Casari per un giorno in malghe e caseifici dell'Asiago Dop

Porte aperte ad agosto per far conoscere Prodotto di Montagna

Redazione ANSA ROMA

Porte aperte ad agosto di malghe e caseifici che invitano a conoscere da vicino la produzione del formaggio Asiago Dop Prodotto della Montagna, patrimonio unico di biodiversità dei territori montani del Trentino. L'iniziativa nasce per far vivere a turisti ed escursionisti l'esperienza del lavoro del casaro e contribuire a preservare questo patrimonio unico, prototipo virtuoso del rispetto dell'ecosistema e della salvaguardia dell'ambiente.

Complessivamente sono 17 tra malghe e caseifici di montagna che producono Asiago Dop Prodotto della Montagna, patrimonio riconosciuto dalla Ue dal 2006 e garantito da un apposito e restrittivo disciplinare che va dalla mungitura alla trasformazione in formaggio, fino alla stagionatura. Questa specialità prevede l'impiego di solo latte di montagna prodotto oltre i 600 metri nelle zone incluse nella Dop veneto-trentina.

Su prenotazione è possibile conoscere da vicino questa antica tradizione, partecipare agli eventi in programma, imparare come si fa il formaggio, ma anche degustarlo in tanti piatti sani e nutrienti.

"Vogliamo cogliere l'opportunità per valorizzare un turismo consapevole sulle nostre montagne attento alla natura, all'ambiente e alle tradizioni locali - afferma il presidente del Consorzio di Tutela, Fiorenzo Rigoni - per questo siamo impegnanti nell'informare e promuovere il prodotto che esprime un legame unico col nostro territorio, frutto di una millenaria attenzione all'ecosistema, al benessere degli animali e alla valorizzazione dell'agricoltura e produzione casearia di montagna". Il formaggio, che deve il suo nome all'Altopiano di Asiago, prevede due tipologie Fresco e Stagionato con una produzione complessiva di 61 mila forme all'anno. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: