ANSAcom

Lavazza pubblica 'Coffee Sapiens' con Ferran Adrià

Dalla lavorazione alla cucina, il mondo del caffè in 700 pagine

ANSAcom

Non è un semplice libro o una guida, ma un vero trattato sul caffè 'Coffee Sapiens. Comprendere per innovare', il volume di Lavazza e di Ferran Adrià, che sarà anche uno dei 35 tomi dell'enciclopedia 'Bullipedia', dedicata alla ristorazione gastronomica del mondo occidentale. Il testo è stato presentato questa mattina nel flagship store Lavazza a Milano dallo chef spagnolo e dal vicepresidente del gruppo torinese Giuseppe Lavazza.

Il chicco e le sue varietà in coltivazione, la produzione, l'utilizzo e l'elaborazione in cucina e in mixology; ma anche il caffè come strumento di analisi sociologiche, come momento sociale e relazionale, fino al suo risvolto imprenditoriale, alla storia e al costume legati al 'nero', una delle bevande più famose al mondo.

Settecento pagine in quattordici capitoli esplorano le più diverse contaminazioni e sfaccettature seguendo un metodo scientifico e multidisciplinare, il 'Sapiens' di Adrià, che attraverso la disciplina, la catalogazione e la ricerca porta a confrontare e condividere ogni singola conoscenza sul caffè.

"Fin dal primo incontro Ferran Adrià ci ha dato nuovi stimoli per andare oltre e guardare il caffè con occhi sempre nuovi, aprendoci alle contaminazioni e alle sperimentazioni", ha commentato Giuseppe Lavazza, vice presidente del Gruppo Lavazza. "La metodologia Sapiens ci ha mostrato nuove vie, consentendoci di estendere il nostro sapere lungo tutta la matrice del caffè. Siamo convinti che 'Coffee Sapiens' possa diventare un acceleratore di innovazione per tutti gli amanti del caffè come noi".

"Abbiamo capito che, per innovare e fare cose con efficienza, bisogna comprendere al meglio e per farlo bisogna collegare le conoscenze, metterle in rete. Il caffè è tante cose: è un prodotto ma è anche cultura, è un valore sociale ed economico - ha spiegato Ferran Adrià -. Il percorso che abbiamo intrapreso insieme a Lavazza mi ha portato a espandere i limiti della sperimentazione. Mi ha incuriosito molto l'idea di poter prendere il caffè e portarlo al di là delle convinzioni radicate nei secoli" e "trova uno sbocco naturale nel progetto Bullipedia, per dimostrare come anche il caffè sappia essere inedito e sorprendente, e stimolare la ricerca verso confini che ancora non siamo stati in grado di immaginare".

Il libro, pubblicato da Giunti editore e scritto anche con la collaborazione dell'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, sarà disponibile nel flagship store di Milano, nello store del Museo di Nuvola Lavazza a Torino e online, sul sito di Lavazza. 

In collaborazione con:
Terra & Gusto

Archiviato in

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: