Fao, nuovo strumento per valutare trend agricoli nel mondo

Faostat sarà la più grande banca dati agricola mondiale

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - La Fao sta dotando Faostat, la più grande banca dati agricola del mondo, di un nuovo dominio per facilitare un confronto e una valutazione delle tendenze delle strutture agricole. Faostat, spiega la Fao, raccoglie e armonizza una grande quantità di dati sulla produzione, il commercio e il consumo nei settori agricoli, di gran lunga il più grande settore economico del mondo in termini di occupazione e sostentamento dei mezzi di sussistenza. Negli ultimi anni la Fao ha aggiunto una serie crescente di informazioni critiche sulle emissioni di gas serra, sull'uso del suolo, sulla copertura forestale e sugli investimenti. Ora sta aggiungendo 'Dati strutturali dai censimenti agricoli' , che presentano rapporti nazionali a grana fine che tracciano, tra l'altro, quanto sono grandi le aziende agricole, chi ci lavora e chi le possiede.

"Questi dati non sono disponibili in nessuna parte del mondo", afferma Jairo Castano, statistico senior e leader del Programma mondiale della Fao per il censimento dell'agricoltura, e che ha portato a buon fine il progetto. "Si tratta di preziose informazioni dal basso verso l'alto basate su fattorie reali, tutte le fattorie del mondo". Il nuovo dominio consente un rapido accesso alla conoscenza di quante aziende agricole esistono in un determinato paese, quali sono le loro dimensioni, la tipologia di possesso che ne determina la proprietà, il sesso dell'agricoltore e quante persone vivono e lavorano su di esse, il tutto proveniente dai censimenti agricoli nazionali. Tutto questo consente agli operatori politici di confrontare la struttura del settore agricolo di un paese con quella di un altro o di una regione, consentendo anche ai ricercatori di analizzare, ad esempio, la distribuzione delle dimensioni delle aziende agricole sia a livello nazionale che globale. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie