Agricoltura, al via il primo bando nazionale per i Distretti del cibo

Dal Mipaaf investimenti sul territorio per 30 milioni. Bellanova, per favorire la crescita dell'Italia

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Al via due misure che mettono a disposizione del territorio oltre 30 milioni di euro. Parte da oggi il primo bando nazionale per il finanziamento dei Distretti del cibo, strumento per garantire ulteriori risorse e opportunità per la crescita e il rilancio a livello nazionale di filiere e territori. Al via anche il bando per il finanziamento di contratti di distretto nell'area colpita da Xylella, secondo quanto previsto dalle leggi di bilancio 2018 e 2019.

"Investiamo nella progettazione territoriale per favorire la crescita dell'Italia", ha detto la ministra delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Teresa Bellanova dalla Sicilia, dove è impegnata in incontri e visite istituzionali anche in alcune aziende agroalimentari del palermitano. "Abbiamo lavorato con le Regioni per mettere a punto un bando, il primo, che dia stimolo a una nuova stagione dei distretti del cibo", ha precisato la ministra, nel confermare che c'è molto interesse e fermento in tutti i territori".

I bandi finanziano progetti da 4 a 50 milioni di euro di investimenti con un'ampia tipologia di spese ammissibili, fa sapere il ministero. Le risorse disponibili in conto capitale ammontano a 18 milioni di euro per il bando dei distretti del cibo e a 13 milioni di euro per il distretto Xylella, che utilizza fondi diversi rispetto allo stanziamento di 300 milioni di euro del Piano recentemente approvato in Conferenza Stato-Regioni. Laddove la richiesta di fondi superasse la disponibilità, precisa infine il ministero, è previsto un tetto massimo al contributo a fondo perduto per singolo programma di investimenti pari a 2,5 milioni di euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie