Fao con Future food Institute,arrivano gli chef per il clima

Partono dall'Italia 10 esperienze mondiali per 'Climate sharper'

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Partono dall'Italia 10 esperienze di apprendimento internazionale tra cibo e ambiente. La Fao (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura) promuove con il Future Food Institute la seconda edizione dei bootcamp formativi internazionali per formare una nuova classe di 'Climate Shaper', figura chiave per la catena alimentare circolare e sostenibile. I bootcamp si svolgeranno a New York, Tokyo, Islanda, San Paulo (Brasile), Bruxelles, Hawaii e Dubai, e avranno 3 tappe italiane a Marettimo (Sicilia) Roma e Bologna. Si tratta di 10 esperienze intensive di apprendimento attraverso conoscenza ed esperienza sul campo, sui temi di rigenerazione del Pianeta mediante il cibo. Quattro sono le tematiche affrontate, di cui tre sono dedicate alla rigenerazione dei luoghi che stanno subendo maggiormente gli effetti della crisi climatica e che necessitano di soluzioni innovative per ripensare alla relazione tra l'uomo e l'ambiente, "Climate Smart Cities", "Climate Smart Farms" e "Climate Smart Oceans". Una porrà invece l'attenzione sulla cucina come luogo strategico da cui può partire il cambiamento: "Climate Smart Kitchen". Durante i training, i partecipanti avranno la possibilità di incontrare esperti innovatori, fonte di grande ispirazione per nuovi modelli agroalimentari che siano sostenibili e provvedano ad una nutrizione sana e salubre anche grazie alle ultime tecnologie. "Dal Joint Program creato con Fao - spiega la fondatrice del Future Food Institute, Sara Roversi - è nata un'esperienza internazionale, intergenerazionale, che coinvolge giovani, scienziati, innovatori, imprese, agricoltori, chef e policy expert, che sta creando le nuove competenze, necessarie oggi per affrontare le sfide del nostro tempo disegnando sistemi produttivi circolari e capaci di rigenerare l'ecosistema che ci accoglie". "L'alleanza con una rete così ispiratrice come Ffi - dice Cristina Petracchi, Capo del Fao elearning Center - aumenterà gli sforzi di sviluppo delle capacità della Fao, promuoverà l'innovazione e genererà i responsabili del cambiamento,e i futuri leader abilitati a rivoluzionare in modo sostenibile l'ecosistema alimentare, nel pieno rispetto dell'umanità e del Pianeta".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie