Brambilla con un maialino davanti Montecitorio

L'ex ministro promuove una proposta di legge su allevamenti

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 4 DIC - A spasso davanti Montecitorio con un maialino rosa al guinzaglio. Vittoria Brambilla, presidente e fondatrice della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, ha scelto il "piccolo" Dior, un lindo suino da compagnia, come testimonial della proposta di legge che intende promuovere e che è volta migliorare le condizioni di vita dei suini che vengono allevati a scopo alimentare. "E' arrivato il momento di affrontare seriamente il problema delle condizioni degli animali che vivono in allevamento" annuncia la ex ministro del governo Berlusconi che, seduta con il suino davanti gli scalini della Camera dei deputati, protesta: "Loro purtroppo non muoiono mai di vecchiaia ma finiscono nelle tavole degli italiani: le torture fisiche e psicologiche alle quali sono sottoposti sono inimmaginabili". Brambilla con il suo movimento ha fatto anche delle "investigazioni sotto copertura" all'interno dei allevamenti suini: "un'operazione verità importante che vogliamo mettere sotto gli occhi di tutti. Questi animali sono intelligenti e sensibili, molto simili ai cani, e vengono costretti in situazioni terribili da un sistema di allevamento che li considera solo materie prima. Credo sia arrivato il momento di promuovere un'alimentazione vegana, rispettosa di tutte le creature ma anche che agli animali che ancora arrivano nelle nostre tavole venga garantito il diritto di veder rispettata la loro dignità e le loro caratteristiche".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie