Premio Laudemio a Sadler, miglior interprete olio in cucina

E' chef patron del ristorante Sadler di Milano

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - E' Claudio Sadler, chef patron del ristorante Sadler di Milano, il vincitore della seconda edizione del Premio Laudemio, concorso in otto tappe promosso da Diana Frescobaldi per selezionare il miglior interprete in cucina del rinomato olio extra vergine toscano.

Accanto a Sadler, sul secondo gradino del podio Antonello Sardi, chef uscente del ristorante "La Bottega del Buon Caffè" di Firenze; piazza d'onore per Matteo Grandi, chef patron del Ristorante "DeGusto" di Soave San Bonifacio (Verona).

"Abbiamo deciso di istituire il Premio Laudemio - ha spiegato la presidente Frescobaldi - per promuovere e valorizzare questo olio unico e pregiato. E per farlo abbiamo scelto quelli che sono senza dubbio i migliori ambasciatori della cultura agroalimentare di qualità: gli chef. Lo scopo del Premio è quindi duplice: da un lato veicolare il Laudemio nell'alta ristorazione, dall'altro, proprio attraverso il contributo e la creatività degli chef, far sì che sempre più persone possano conoscerlo e apprezzarlo, diffondendo la cultura del consumo consapevole basato sulla qualità e non sulla quantità".

La serata è stata altresì l'occasione per degustare l'ultima annata del Laudemio, il raccolto 2018, con cui i produttori hanno festeggiato il trentesimo anniversario del pregiato olio extra vergine toscano. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA