Pesca: Italia, Spagna e Francia contro tagli Ue Mediterraneo

Alleanza coop pesca, si rischia riduzione attività da 10% a 30%

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Italia, Spagna e Francia unite per dire no a un possibile nuovo taglio dell'attività di pesca nel Mediterraneo occidentale. Nel 2012 si rischia una riduzione dal 10% al 30% per l'attività per la pesca a strascico. Lo rende noto l'Alleanza Cooperative pesca, che ha siglato un appello al commissario europeo Virginijus Sinkevičius insieme a tutto il settore nazionale, ai rappresentanti di categoria di Francia e Spagna e al sindacato europeo Etf.

"In un anno segnato dalla pandemia ancora in corso - afferma l'Alleanza - il settore ha bisogno di misure di sostegno per continuare a lavorare e garantire beni primari sulle tavole dei cittadini europei. Non è certo sostenibile un ulteriore giro di vite". Secondo l'Alleanza, "per la tutela della risorsa ittica, già quest'anno i nostri pescherecci hanno ridotto lo sforzo del 10% e rispettato chiusure spazio temporali, come previsto dall'attuale piano di gestione. Non è pensabile intervenire con nuove restrizioni quando ancora non si ha avuto modo di valutare gli effetti delle misure in essere". Da qui l'auspicio di un netto cambio di rotta nelle scelte europee. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie