Social e web, le nuove forme di violenza sulle donne DIRETTA

Tavola rotonda della scuola Superiore S.Anna

Redazione ANSA

Dai social al web, stanno nascendo nuove modalità di violenza sulle donne, sempre più comuni anche grazie alla diffusione degli strumenti tecnologici che li veicolano, come gli smartphone. Al fenomeno è dedicata la tavola rotonda promossa lunedì 7 marzo alle 18,00 dalla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, in collaborazione con la fondazione Global Thinking Foundation. 'La violenza in tasca. Nuove forme della violenza di genere' è il titolo dell'incontro, trasmesso in diretta anche sul canale ANSA Scienza e Tecnica.

L'iniziativa, coordinata da Anna Loretoni, preside della classe di scienze politiche della Sant'Anna, è aperta dai saluti della ministra delle Pari opportunità, Elena Bonetti, e della rettrice della Scuola, Sabina Nuti. Previsti gli interventi di Dino Pedreschi, docente dell'Università di Pisa e direttore del master in Big data analytics and social mining, che affronterà il tema del rischio di radicalizzazione attraverso i social media; Virgilio Russo, dirigente della divisione anticrimine della questura di Pisa, illustrerà le misure di prevenzione e contrasto; Elisa Piras, assegnista di ricerca della Sant'Anna che lavora sui temi della violenza discriminatoria, proporrà una riflessione sulla questione del consenso alla trasmissione dei dati nei casi di porno vendette ed estorsione a sfondo sessuale; Giuliana Freschi, allieva dottoranda, che rappresenta il gruppo Accademia antisessista, presenterà i risultati di un'indagine sulla percezione del fenomeno nella comunità santannina. Le conclusioni sono affidate a Claudia Segre, presidente della Global thinking foundation.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA