Fotografata la danza cosmica di due galassie in collisione

Grazie al telescopio Vlt dell'Eso in Cile

Redazione ANSA

La spettacolare danza cosmica di due galassie in collisione è stata ripresa grazie al Very Large Telescope (Vlt) dell'Osservatorio europeo meridionale (Eso) in Cile: lo scontro, in atto da circa un miliardo di anni, ha prodotto la galassia Ngc 7727, che al centro presenta la coppia di buchi neri supermassicci più vicini mai trovati.

La galassia Ngc 7727, situata nella costellazione dell'Acquario a più di 100 milioni di anni luce dalla Terra, era già stata ritratta in precedenza da un altro telescopio dell'Eso, ma questa nuova immagine mostra maggiori dettagli, sia all'interno del corpo principale della galassia che nelle deboli code che la avvolgono.

 

Le due galassie in collisione fotografate dal telescopio Vlt dell'Eso (fonte: ESO/Voggel et al.)

Grazie allo spettrografo Fors2 di Vlt, infatti, è stato possibile vedere come le due galassie in collisione si siano strappate stelle e polvere a vicenda per creare i lunghi e spettacolari bracci che circondano Ngc 7727. Parti di questi bracci sono punteggiate di stelle, che appaiono come macchie di un brillante colore blu-violetto. Nell'immagine sono visibili anche due punti luminosi al centro della galassia, un altro segno rivelatore del suo passato.

Il cuore di Ngc 7727 è ancora costituito dai due nuclei galattici originali, ciascuno dei quali ospita un buco nero supermassiccio. Si tratta della coppia di buchi neri supermassicci più vicina a noi: i due sono separati di appena 1.600 anni luce e si prevede che si fonderanno entro 250 milioni di anni (un batter d'occhio in tempo astronomico) per creare un buco nero ancora più massiccio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA