Covid: Iss, Rt scende a 1,10 da 1,14

Intensive a 14,5% da 13,3% e reparti a 3,4% da 3,2%

Redazione ANSA ROMA

Scende lievemente l'indice di trasmissibilità Rt calcolato sui casi sintomatici di Covid-19. Nel periodo fra il 15 novembre e il 28 novembre 2022, l'Rt medio è stato infatti pari a 1,10 (range 1,01-1,19) mentre nella settimana precedente era pari a 1,14.

L'incidenza risulta in lieve diminuzione a 375 casi per 100.000 abitanti nella settimana dal 2 all'8 dicembre, dai 386 della settimana fra il 25 novembre e il primo dicembre. Lo indica il monitoraggio settimanale dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss) e ministero della Salute.

In aumento anche questa settimana i ricoveri per Covid-19, sia nelle terapie intensive, sia nei reparti ordinari. Il tasso di occupazione nelle terapie intensive sale al 3,4% (rilevazione giornaliera del ministero della Salute all'8 dicembre) dal 3,2% rilevato il primo dicembre. 

Il tasso di occupazione nelle aree mediche a livello nazionale sale al 14,5% (rilevazione giornaliera del ninistero della Salute all'8 dicembre) dal 13,3% (rilevazione giornaliera del ministero della Salute a primo dicembre). 

Salgono da 7 a 9 le Regioni in cui il tasso di occupazione dei reparti ordinari da parte di pazienti Covid-19 supera, all'8 dicembre, la soglia di allerta del 15%. Sono Umbria (33,2%), Liguria (31,6%), Valle d'Aosta (28,4%), Friuli Venezia Giulia (22,9%), Emilia Romagna (19,4%%),  Marche (18,6%), Abruzzo (18,5%%), Veneto (16,5%), Calabria (15,6%, valore al 7 dicembre).  L'occupazione delle terapie intensive è  sotto la soglia del 10% in tutte le Regioni. I valori maggiori sono in Liguria (7,1%), Friuli Venezia Giulia (6,7%) e Abruzzo (6,1%)


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA