Covid:Schillaci, meno del 30% ha fatto seconda dose booster

Su carenza medici, "allargare il numero di ingressi a Medicina"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 02 DIC - "Meno del 30 per cento della platea di riferimento ha fatto la seconda dose booster" di vaccino anti Covid". Lo ha detto il ministro della Salute Orazio Schillaci ai microfoni di "Radio anch'io" su Rai Radio1. Schillaci parlando della campagna avviata dal ministero per sensibilizzare al vaccino anti Covid e antinfluenzale ha spiegato che si tratta di un atto "di responsabilita' per ribadire l'impegno del governo sul fronte del Covid e dell'influenza".
    Schillaci ha anche parlato del problema della carenza dei medici, che ha definito urgente. "Anche abolendo il numero chiuso a Medicina - ha aggiunto - non si risolve, perchè ci vogliono almeno 10 anni per formare un medico; quindi vanno trovate soluzioni oggi. E' importante allargare il numero di studenti che possono frequentare il corso di Medicina ma deve essere un numero programmato". Lo ha affermato il ministro della Salute, Orazio Schillaci, a Radio Anch'io.
    "C'è una carenza di medici e ciò deriva dal fatto che il numero di accessi negli ultimi 10 anni è stato insufficiente; quanto al numero programmato a Medicina - ha sottolineato Schillaci - vi erano tra 8 e 10mila candidati ammessi l'anno nell'era pre-Covid, ma la conferenza dei presidi chiedeva che il numero fosse portato almeno a 12mila. Quindi c'è stato un gap per anni di almeno 4mila ingressi che adesso scontiamo. Dunque, da un lato va cercata una gratificazione economica perchè c'è disaffezione verso la professione, dall'altro c'è un problema globale di riorganizzazione". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA