Corre la campagna vaccinale ma sale la pressione sugli ospedali

Palù: 'Verosimile vaccino per 0-5 anni nel primo semestre del 2022. I non vaccinati rischiano la morte 9 volte più dei vaccinati'

Redazione ANSA ROMA

Corre la campagna vaccinale spinta soprattutto dalle terze dosi: venerdì sono state 423.611, per un totale di quasi otto milioni. Le somministrazioni complessive sono state 486.599 portando il totale a quota 97.959.273. Nuovo record per le richieste di green pass:venerdì sono state 1.240.703.

Sono 16.632 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Venerdì erano stati 17.030. Sono invece 75 le vittime in un giorno, venerdì erano state 74. Sono 223.718 gli attualmente positivi al Covid in Italia, 7.564 in più nelle ultime 24 ore. Dall'inizio della pandemia i casi totali sono 5.094.072, i morti 134.152. I dimessi e i guariti sono invece 4.736.202, con un incremento di 8.988 rispetto a venerdì.

Sono 636.592 I tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Venerdì erano stati 588.445. Il tasso di positività è al 2,6%, in calo rispetto al 2,9% di venerdì. Sono invece 732 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 24 in più rispetto a venerdì nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 59. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 5.428, ovvero 43 in più rispetto a venerdì

Ascolta "Arriva Omicron e la colpa è dei media" su Spreaker.  

È verosimile che nel primo semestre del prossimo anno arrivi la vaccinazione per i bambini da 0 a 5 anni. Così Giorgio Palù, presidente dell'Aifa e membro del Cts. Primo caso di positività alla variante Omicron del Covid in Alto Adige. Si tratta di una donna rientrata dal Sudafrica a fine novembre. Gli ultimi dati dell'Istituto Superiore di Sanità mostrano che per un non vaccinato il rischio, rispetto a un vaccinato da meno di 5 mesi, è 10 volte maggiore di ricovero, 16 volte maggiore di terapia intensiva, 9 volte maggiore di morte. Dopo 5 mesi dal vaccino, la copertura dalla malattia scende al 44%, ma quella dal rischio di malattia severa è del 93% a meno di 5 mesi.

 


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA