ANSAcom
ANSAcom

Merlo (Sanofi), comunicare bene per prevenzione collettiva

Informazione deve essere semplice ma scientificamente corretta

ANSAcom
 "Oggi il pianeta salute e il pianeta prevenzione sono quanto mai connessi e una prevenzione collettiva è figlia di una comunicazione interconnessa, scientificamente autorevole ma semplice, due cose che devono andare insieme. E da questa edizione mi aspetto di far sì che, mettendo in dialogo esperti della comunità scientifica, della comunicazione e i neo genitori, si possa promuovere una comunicazione semplice ma scientificamente corretta sul rischio di malattie nei primi anni d'infanzia di cui è importante che i neo papà e le neo mamme siano consapevoli". Così il general manager Divisione Vaccini di Sanofi in Italia, Mario Merlo, presenta la quarta edizione di #PerchéSì, il contest e hackathon decidato alla corretta ed efficace comunicazione sulla prevenzione promosso dalla compagnia farmaceutica e della salute e orientato quest'anno sulle patologie da virus Rsv.
"Abbiamo deciso questo focus - spiega - perché colpisce i neonati, con 2 casi su 5 che necessitano di assistenza ambulatoriale e 2 su 100 di ricovero, ma è poco conosciuta dai genitori, quindi aumentare la sensibilizzazione è fondamentale. Il messaggio che vogliamo lanciare è consapevolezza dell'importanza della prevenzione e della conoscenza che deve essere messa a fattor comune. E sono felice che negli anni - aggiunge Merlo - #PerchéSì abbia sviluppato la capacità di intercettare esigenze di informazione e supporto rispetto ai temi della prevenzione sempre diversi, tenendo il passo di una comunicazione in continua evoluzione. Abbiamo stretto sempre nuove e collaborazioni - conclude Merlo - importanti sul fronte scientifico e di salute pubblica che guidano e validano l'autorevolezza dell'informazione basata su fonti ufficiali ed evidenze scientifiche". 

In collaborazione con:

Archiviato in


Modifica consenso Cookie