Automobile Barcellona 2019, il Salone del centenario

C'è anche l'auto volante. Dall'11 al 19 maggio, 45 marchi e 42 anteprime tra passato e futuro

Francesco Fabbri

Ci sara' anche l'auto volante nell'edizione del centenario di 'Automobile Barcelona', il Salone Internazionale dell'Automobile. L'evento, organizzato da 'Fira de Barcelona', si terrà dall'11 al 19 maggio e porterà all'attenzione dei visitatori le novità di 45 marchi automobilistici da tutto il mondo che sveleranno 42 anteprime; 130 gli espositori.

 

L'obiettivo di questa edizione tanto attesa è coniugare passato e futuro: e quindi alle auto di nuova concezione e dominate dalla tecnologia, saranno affiancate le vetture del secolo scorso, quando ancora viaggiare su mezzi a motori era una novità. Nell'alveo di questa filosofia, i visitatori - che si stimano in forte aumento rispetto alla passata edizione - avranno la possibilità di testare non solo le più avanzate tecnologie di guida assistita e autonoma, ma anche vedere l'auto volante, che si leva dall'asfalto verso il cielo come un elicottero in caso di necessità. La stretta connessione tra passato e presente, dunque, permetterà uno sguardo sul futuro seguendo il fil rouge che ha portato l'auto da oggetto innovativo e di lusso, poco più veloce di una carrozza trainata da cavalli, a bene di massa, indispensabile, e di uso quotidiano: la tecnologia. Tecnologia che sempre più è intersecata con le nostre vite. Grazie a specifiche app, infatti, è possibile non solo monitorare il proprio veicolo anche quando è nel parcheggio, ma anche tenerne sotto controllo tutti i parametri, anche quelli legati alle emissioni, scegliendo il tragitto più 'verde'. Ed è attento l'occhio all'ambiente: tutte le Case stanno infatti lavorando a motori di nuova concezione: solo elettrici, ibridi, ibridi elettrificati o a gas per un impatto inquinante sempre più contenuto.

'Automobile Barcelona' si estenderà su oltre 150mila metri quadrati e sarà diviso in tre aree principali:

- Motorshow: dedicato alle novità dei 45 marchi che partecipano, a innovazioni tecnologiche, connettività, intelligenza artificiale, elettrificazione, internet delle cose.

- Connected via: dove i visitatori possono sperimentare in autonomia le nuove tecnologie di guida o scoprire i veicoli come il PAL-V, che trasforma il guidatore in pilota di elicottero.

- Road to100: è un programma speciale di attività incentrato sulla storia di 100 anni del Salone, tra cui uno spettacolo 'immersivo' e una mostra automobilistica del secolo scorso.

Il presidente del Salone, Enrique Lacalle, rimarca che "celebrare 100 anni di storia è qualcosa che pochi possono permettersi. Noi - prosegue - siamo la storia di un miracolo. Siamo sopravvissuti a due guerre e alla più grande crisi economica e che è ancora lì, viva, forte, attuale. Ciononostante siamo riusciti a innovare, a cercare riferimenti internazionali e a trasformare Barcellona e l'Automobile in un riferimento mondiale per quanto riguarda le tecnologie ma senza mai dimenticare quello che siamo: un salone automobilistico. Tutto ciò - conclude - significa che nel centenario cresceremo del 50% in marchi e spazio. In breve, il salone del centenario riunisce tutti i gruppi dell'industria automobilistica per la prima volta da molti anni".

Il Congresso dei Deputati ha dichiarato l'Automobile un evento di "interesse pubblico eccezionale", includendolo nel Bilancio generale dello Stato 2018. Si tratta, infine, dell'unica manifestazione in Spagna che ha il riconoscimento internazionale dell'OICA (Organizzazione Internazionale dei Costruttori d'Automobili), e che gode del supporto di Anfac e Aniacam.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA