Audi R8, un biturbo V8 4.0 per la prossima generazione

Modello termico ibrido affiancherà RS e-Tron a batteria by Rimac

Redazione ANSA ROMA

Mentre Audi sta lavorando con Rimac - nuovo socio del Gruppo Volkswagen attraverso l'intreccio societario con Porsche e Bugatti - alla futura versione 100% elettrica della supercar R8, che dovrebbe chiamarsi RS e-Tron, prosegue anche lo sviluppo di una erede più convenzionale di questo modello sportivo.

Secondo il magazine tedesco AutoBild la terza generazione della R8, lanciata originariamente nel 2006, potrebbe trovare una sua collocazione nel mercato dei modelli ad altissime prestazioni grazie all'adozione del poderoso V8 4.0 del Gruppo Vw, adottato anche dalla Lamborghini Urus e da diversi modelli Bentley.

Si tratterebbe di un importante 'ritorno' di questo frazionamento che 15 anni fa aveva accompagnato in versione 4,2 litri il debutto dell'Audi R8 ed era stato messo in pensione nel 2015 con l'edizione del solo V10 condiviso con le Lamborghini. Naturalmente il biturbo V8 4.0 della futura R8 beneficerà di tutti gli aggiornamenti che gli permetteranno di rispondere alle norme Euro7, compresa una sezione ibrida ben dimensionata, tanto da poter far salire la potenza a circa 700 Cv.

Quando il programma dello 'sdoppiamento' dell'offerta top di Audi sarà completato - si parla del 2023 o del 2024 - gli appassionati delle super-prestazioni potranno così optare per il bolide elettrico RS e-Tron con oltre 1.000 Cv e per la R8 ibrida, forse plug-in, con un'anima indiscutibilmente termica magari alimentata con e-fuel e circa 700 Cv di potenza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie