Seat Leon, la quarta generazione è media 'premium'

La casa spagnola alza il tiro tra tecnologia e motorizzazioni

Redazione ANSA MILANO

 A Martorell, la quarta generazione di Leon, l'hanno pensata come la più tecnologia di sempre. Negli intenti della casa automobilistica di Barcellona, la nuova versione della fortunata 'media' è nata anche con un altro obiettivo, ovvero quello di spostare l'asticella verso l'altro e inserire di diritto il brand nella comparazione con altri marchi premium. "Leon è una macchina importante - ha affermato Pierantonio Vianello, direttore di Seat Italia - anche perché ha sempre anticipato la tecnologia di Seat. Ad esempio è stata la prima ad adottare il full Led, come la prima ad adottare la tecnologia touch screen. La quarta generazione di Leon è la prima completamente connessa ed è tempo di cominciare a fare paragoni con altri brand premium ai quali in Italia si fatica ancora ad affiancare Seat". La crescita della casa spagnola sotto vari punti di vista è infatti un po' quello che la nuova Leon, con la sua base clienti più giovane in assoluto rispetto alle concorrenti nella categoria delle berline compatte di segmento C, rappresenta per la casa di Martorell. Protagonista del nuovo progetto è il tema 'luce', non solo per l'ispirazione ai colori di Barcellona che da tempo guidano la casa spagnola, ma anche dal punto di vista tecnologico. La tecnologia di illuminazione è uno dei punti di forza alla base dello sviluppo di Leon, grazie all'integrazione di alcune delle innovative dotazioni di sicurezza dell'auto proprio nel sistema di illuminazione. E' così, per esempio, nel caso del sistema di luci ambiente avvolgente 'Smart wraparound' che non è solamente elemento decorativo ma fornisce anche una serie di funzioni legate alla sicurezza come il rilevamento di punti ciechi o l'assistenza all'uscita dalla vettura, per le luci posteriori 'coast-to-coast', gli indicatori di direzione posteriori dinamici e fari full LED.


Sul versante delle motorizzazioni, la nuova SEAT Leon è il primo modello del marchio a offrire cinque diverse tecnologie di propulsione. Il ventaglio di propulsori include varianti a benzina, Diesel, mild-hybrid, ibrido plug-in e a metano prossimamente in arrivo. In totale, per la nuova Leon sono disponibili 11 diverse varianti meccaniche, con una potenza erogata che va da 90 CV, con il 1.0 TSI, ai 204 CV di SEAT Leon ibrida plug-in. Con il Drive Profile (disponibile di serie nella versione FR), la nuova SEAT Leon consente inoltre la scelta tra diverse modalità di guida quali Eco, Normal, Comfort e Sport, oltre alla modalità individual, che permette di adattare l'auto alle proprie esigenze. In fase di progettazione è stata data priorità anche alla connettività. La nuova Leon è la prima vettura completamente connessa del marchio, capace di connettività via Full Link (con Android Auto e accesso wireless ad Apple CarPlay), infotainment online e applicazioni che saranno disponibili nel prossimo futuro. Grazie all'app Seat Connect, scaricabile sui propri dispositivi mobili, si apre poi un nuovo mondo per i clienti del marchio spagnolo, con la possibilità di controllare da remoto molteplici funzioni della vettura. Il cuore del sistema di Leon è rappresentato dal Digital Cockpit, che comprende una strumentazione ad alta risoluzione da 10,25" e un sistema di infotainment intuitiva e facilmente programmabile a seconda delle proprie esigenze e preferenze.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie