ANSAcom

Brembo: Bombassei, obiettivo è crescita a lungo termine

Ok azionisti a voto maggiorato, bilancio 2018 e dividendo

STEZZANO (BERGAMO) ANSAcom

"L'obiettivo di Brembo è la crescita a lungo termine". A sottolinearlo è stato il patron della multinazionale dei freni Alberto Bombassei nel suo intervento durante l'assemblea dei soci che ha approvato il bilancio 2018. Durante la riunione, nel quartier generale di Stezzano (Bergamo), gli azionisti hanno dato il via libera anche alla modifica dello statuto sociale che introduce la maggiorazione del voto. Nello specifico, la modifica attribuisce un peso doppio alle azioni di chi le possiede da almeno due anni, a decorrere dalla data dell'iscrizione del socio in un apposito 'elenco speciale'. Rinnovata anche la delega al cda per aumentare il capitale sociale, fino al 10%. L'obiettivo del voto maggiorato "è incentivare attraverso un premio gli investimenti a medio e lungo termine e garantire la stabilità dell'azionariato sociale, che rappresenta uno strumento strategico per lo sviluppo per le linee esterne del gruppo e per le strategie di crescita che si sviluppano nel lungo termine", in un contesto in cui "le politiche governative non agevolano gli investimenti nel settore automotive, caratterizzato da una forte instabilità", ha spiegato Bombassei. "Brembo ha davanti a sé anni di crescita organica, dobbiamo cercare di allargare la nostra proposta ai clienti e questo può avvenire soltanto attraverso le acquisizioni. Il voto maggiorato è uno strumento che abbiamo valido per un'acquisizione importante e per un significativo aumento di capitale", ha aggiunto ha aggiunto il vicepresidente esecutivo della società Matteo Tiraboschi, precisando però che "al momento sul tavolo non c'è nessun dossier aperto". Il gruppo Brembo ha chiuso il 2018 con ricavi per 2,64 miliardi di euro, in crescita del 7,2% rispetto al 2017 (+9,6% a cambi costanti). Buona la crescita del margine operativo lordo (Ebitda), che ammonta a 500,9 milioni euro (+4,4%). Per quanto riguarda l'utile, pari a 114,1 milioni di euro, l'assemblea ha deciso un dividendo lordo di 0,22 centesimi per ognuna delle azioni ordinarie in circolazione alla data dello stacco cedola. Approvato infine il nuovo piano di buy-back, che prevede l'acquisto fino a un massimo di 8 milioni di azioni.

In collaborazione con:
Brembo

Archiviato in