Gruppo Bmw inaugura Plant Lydia in Cina, la prima iFactory

Nata sul principio dell'industrial Metaverse, produce nuova i3

Redazione ANSA ROMA

Il Gruppo Bmw ha ampliato la propria presenza produttiva in Cina con l'apertura dello stabilimento Lydia a Shenyang. Questa importante espansione di Bmw Brilliance Automotive (BBA) - che porta la capacità annua a 830mila unità - è un ultimo esempio della strategia iFactory e stabilisce nuovi standard nella produzione di veicoli orientati al futuro nell'era dell'industria automobilistica intelligente ed elettrica.
    Il sito Lydia è infatti nato in base al principio dell'industrial Metaverse, in quanto completamente progettato e simulato nel mondo virtuale fin dall'inizio. Dedicata alla mobilità elettrica, la nuova fabbrica di Shenyang produce la nuova i3 ma può anche produrre altri modelli in modo flessibile ed efficiente.
    "La Bmw iFactory ci rende un modello per l'industria automobilistica. Lo stabilimento Lydia è nato in digitale e orientato verso la mobilità elettrica - ha affermato Milan Nedeljković, membro del board di Bmw AG con responsabilità per la produzione - Rispondendo alle richieste dei nostri clienti, la nostra flessibilità stabilisce il punto di riferimento nella concorrenza. Plant Lydia ne è un ottimo esempio. È in grado di produrre veicoli elettrici fino al 100%. Insieme ai suoi stabilimenti vicini a Tiexi e Dadong, Lydia svolgerà un ruolo importante nell'accelerare la produzione di veicoli elettrificati Bmw in Cina".
    Plant Lydia è veramente all'avanguardia nell'area del digitale. Con la potente piattaforma di creazione 3D di Epic Games Unreal Engine come spina dorsale, è il primo stabilimento del Gruppo Bmw completamente pianificato e simulato in un ambiente virtuale fin dall'inizio, con ogni dettaglio dell'intero processo di produzione progettato virtualmente, una fabbrica del Metaverso.
    L'integrazione del mondo virtuale con il mondo reale ha ridotto i tempi di pianificazione, ha consentito la collaborazione interregionale e interzonale e ha superato efficacemente gli effetti negativi delle epidemie, che da sole hanno ridotto di sei mesi i tempi di costruzione dell'impianto.
    Piattaforme digitali basate su cloud e Industrial Internet of Things connettono ogni prodotto, processo e persona attraverso dati trasparenti, sempre disponibili e integrati. Questo ampio uso della scienza dei dati migliora il controllo di qualità, aumenta l'efficienza e consente la manutenzione predittiva.
    Circa 100 applicazioni di intelligenza artificiale sono attualmente utilizzate nella base di produzione della Bmw Shenyang, anche grazie ad un potente ambiente di rete e adeguate capacità di elaborazione dei dati. Ad esempio, le 1.600 telecamere multifunzionali utilizzate nell'area della qualità generano più di 10 petabyte di dati all'anno.
    L'intero impianto è coperto da una rete gigabit 5G per soddisfare i requisiti di larghezza di banda per tecnologie come la realtà aumentata (AR) e la trasmissione video in tempo reale.
    Per far fronte all'enorme quantità di dati, è stato costruito un nuovo Data Center che utilizza più di 1.200 server. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie