Motus-E, a novembre vendite elettriche +28% su 2020

Ma preoccupa la mancanza di incentivi per il prossimo triennio

Redazione ANSA ROMA

Continuano a crescere le auto elettriche su strada. Nel novembre 2021 le immatricolazioni delle auto Pev (le Plug-in Electric Vehicle, somma di Bev e Phev) sono cresciute del 28,64% rispetto allo stesso mese del 2020, raggiungendo le 12.553 unità. È quanto segnala Motus-E, associazione che raggruppa tutti gli stakeholders della mobilità elettrica. In particolare "le auto Bev (auto elettriche a batteria) crescono del 43,92% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, registrando 6.927 unità, mentre le Phev (ibride plug-in) aumentano del 13,77%, con 5.626 unità", specifica l'associazione, sottolineando che la quota di mercato delle Pev "resta da record, attestandosi al 12%". Motus-E sottolinea però come la mancanza di una pianificazione strutturale degli incentivi potrebbe pesare sul mercato e sull'industria automotive italiana. "Gli effetti della fine dell'Ecobonus, infatti, non sono ancora visibili: la prenotazione degli incentivi ha portato a un 'tesoretto' di immatricolazioni che si sarebbero realizzate anche nei mesi in cui i fondi non sarebbero stati disponibili, ovvero novembre e dicembre 2021", ma "in assenza di ulteriori supporti, come previsti negli altri Paesi, è plausibile che i valori delle Bev immatricolate nei primi mesi del 2022 potrebbero essere inferiori a quelli dei primi mesi del 2021", spiega l'associazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie