Piaggio 1, e-scooter per la 'nuova' guida urbana

Versione ciclomotore e motociclo, punta a leggerezza a sicurezza

Redazione ANSA MILANO

 Si chiama Piaggio 1 il nuovo e-scooter che punta su agilità, leggerezza e sicurezza. Spinto da un motore elettrico integrato nella ruota posteriore, la versione ciclomotore, Piaggio 1, con velocità limitata a 45 km/h, eroga una potenza di 1,2 kW, mentre la versione motociclo, Piaggio 1 Active, monta un'unità da 2 kW. In entrambe le versioni, la batteria è posizionata sotto la sella, facilmente estraibile in pochi secondi e trasportabile per effettuare la ricarica in casa o in ufficio. Il design di Piaggio 1 sposa l'essenzialità dettata dalle esigenze della mobilità elettrica urbana, ma senza rinunciare allo stile, alla qualità dei materiali e degli assemblaggi.
    Lo scudo anteriore è allo stesso tempo compatto e protettivo e incorpora nella parte superiore la classica 'cravatta' che distingue i veicoli Piaggio. Ai lati spiccano i fari a LED, il cui disegno richiama le linee nette e arcuate che si ritrovano nella vista laterale del veicolo. Il codino, snello e slanciato, termina con il sottile gruppo ottico posteriore, anch'esso a LED. La qualità generale si percepisce anche dalla cura dei dettagli come il particolare motivo tridimensionale a esagoni, ispirato al logo Piaggio, che movimenta le superfici dello scudo e delle fiancate e dal doppio rivestimento della sella, caratterizzata ai lati da un'inedita porzione con finitura lucida. Grande attenzione è stata posta all'ergonomia: nonostante le dimensioni compatte, il triangolo sella-pedana-manubrio ricalca esattamente le proporzioni dei tradizionali scooter della gamma Piaggio. Queste misure si tramutano in una posizione di guida comoda, grazie anche alla pedana piatta e spaziosa, mentre il passeggero usufruisce di pratiche e robuste pedane estraibili.
    Il manubrio esalta la razionalità del progetto: privo di ingombranti plastiche, accoglie al centro un ampio display digitale LCD a colori da 5,5" sempre leggibile grazie al sensore crepuscolare che adatta sfondo e colore dei caratteri a seconda delle condizioni di luce rilevate (modalità diurna/notturna). Le informazioni sono mostrate attraverso uno schema grafico di semplice e immediata lettura: nella parte centrale l'indicazione della velocità è circondata dagli indicatori del livello di energia utilizzata o recuperata durante la guida, dallo stato di carica della batteria e dall'autonomia residua in km, oltre che dalle numerose informazioni di viaggio, selezionabili attraverso il pulsante MODE, situato sia sulla strumentazione che sul blocchetto comandi sinistro: consumo di energia istantaneo e medio, tempo di viaggio, odometro totale e parziale (Trip A e B). Nella parte inferiore del display viene invece visualizzata la modalità di guida, selezionabile tramite l'apposito pulsante MAP sul blocchetto comandi destro. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie