Audi e One Ocean accanto ad Alex Bellini nel suo tour 'eco'

Incontri con studenti per sensibilizzare sui temi ambientali

Redazione ANSA Roma

Affrontando il 'mare agitato' dalle difficoltà legate alla situazione pandemica, Alex Bellini - l'ambasciatore della Fondazione One Ocean ed esploratore noto per le sue imprese estreme come le traversate oceaniche a remi in solitaria - sta concludendo a bordo di Audi e-Tron Sportback il suo viaggio verso i principali atenei d'Italia per diffondere la cultura della sostenibilità e della preservazione dell'ambiente marino. Una iniziativa, questa, che è perfettamente coerente con l'approccio 'technology open' che porta Audi ad esplorare tutte le soluzioni che possono condurre a una mobilità quanto più consapevole e rispettosa dell'ambiente, sviluppando tutti i sistemi di alimentazione. Grazie al completamento della gamma ibrida plug-in, all'ampliamento dell'offerta 100% elettrica e all'evoluzione nel segno dell'efficienza della gamma Audi Sport, la Casa dei Quattro Anelli traccia la propria strada verso la consapevolezza ambientale, non solo nel prodotto finale offerto alla clientela, ma dedicando massima attenzione nei confronti di tutta la filiera produttiva, ponendosi l'obiettivo 'carbon neutral' entro cinque anni. Un traguardo che passa attraverso i programmi per diventare provider di ecomobilità, ma che prevede anche un preciso impegno nella tutela del territorio e dell'ecosistema. E' il caso della partnership con One Ocean Foundation - focalizzata sulla conservazione e salvaguardia dell'ambiente marino - nel cui ambito rientra l'iniziativa Alex Bellini Educational Tour, un ciclo di incontri che ha l'obiettivo di sensibilizzare un sempre maggior numero di persone, in particolare i più giovani, sui temi della sostenibilità ambientale. E per diffondere i principi della Charta Smeralda - il codice etico di OOF innovativo e accessibile a tutti attraverso il sito www.1ocean.org. Fino al 6 novembre - data di conclusione del tour che arriverà all'Università Bocconi a Milano -, Alex Bellini, ambasciatore della Fondazione One Ocean ed esploratore noto per le sue imprese estreme come le traversate oceaniche a remi in solitaria, è in viaggio verso i principali atenei d'Italia per diffondere la cultura della sostenibilità e della preservazione dell'ambiente marino. Un tour condotto a bordo di e-Tron Sportback, il secondo modello full electric di Audi e che, assieme ad e-Tron, e-Tron S Sportback e all'imminente e-Tron GT, costituisce la gamma Audi sinonimo di performance e dinamismo a zero emissioni. In ogni tappa, Bellini ha incontrato via streaming i rettori e gli alunni universitari, condividendo i principi della Charta Smeralda, le sue avventure e il progetto Ten Rivers One Ocean, che lo vede coinvolto in prima persona. Gli incontri coinvolgono anche i ricercatori del CNR per portare la loro testimonianza scientifica ai più giovani e i docenti delle Università. Ultimo in ordine di tempo l'incontro che si è svolto presso la sede di H-Farm a Cà Tron (TV) che è la piattaforma d'innovazione in grado di supportare i giovani nella creazione di nuovi modelli di impresa, nell'ottica di guidare la trasformazione digitale delle aziende e formare le giovani generazioni, Audi sta portando avanti il progetto di formazione che vede protagonisti studenti universitari impegnati nel percorso-laboratorio per giovani talenti. Nonostante le circostanze straordinarie di questo periodo, gli studenti di Audi We Generation, giunto alla terza wave di partecipazione, stanno procedendo nel loro iter di approfondimento dando vita a uno storytelling inedito, raccontato sia su https://www.we-generation.it/ che su il canale IG #AudiWeGeneration. ''In questo ciclo di conferenze - ha detto Bellini durante l'evento ad H-Farm - ho voluto portare l'attenzione degli studenti sulla necessità di comprendere le reali cause della crisi ecologica. In quest'ottica, l'approccio non poteva che essere multidisciplinare comprendendo cause sociali, economiche e psicologiche con al centro, ovviamente, l'uomo e la sua irrazionalità''. L'ambasciatore della Fondazione One Ocean ha concluso ricordando che ''Tutto ciò che noi consumiamo è prodotto dalla natura, e tutto ciò che noi produciamo consuma la natura. Data questa premessa, dobbiamo chiederci quale economia serve alla natura per risolvere la crisi che l'ha colpita''. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie