Bmw Motorrad, più sicurezza con Active Cruise Control

Sistema realizzato con Bosch e simile a quello delle auto

Redazione ANSA MILANO

Un cruise control di tipo attivo, per Bmw Motorrad che punta ad alzare il livello di sicurezza sulle sue ruote. Il controllo della distanza per il massimo comfort e la migliore sicurezza possibile quando si guida è già il presente per i nuovi modelli di auto, ma non ancora per le moto. La casa dell'elica punta proprio a portare questo standard di sicurezza anche sulle due ruote con il suo Active Cruise Control che consentirà di guidare senza dover Pen Sare ad adattarsi alla velocità di guida del veicolo di fronte. Il nuovo BMW Motorrad Active Cruise Control è un sistema di assistenza ai motociclisti sviluppato in collaborazione con il partner Bosch.

L'esperienza con i sistemi di assistenza alla guida di autovetture di entrambe le società potrebbe essere applicata in modo selettivo e utilizzata per applicazioni motociclistiche. Il nuovo sistema offre il massimo comfort per il motociclista touring andando a regolare automaticamente la velocità impostata dal pilota e la distanza dal veicolo di guida di fronte. Il sistema regola automaticamente la velocità del veicolo quando la distanza dal mezzo che precede viene ridotta e mantiene la distanza definita dal conducente. Questa distanza può essere variata in tre fasi. Sia la velocità di guida che la distanza dal veicolo davanti possono essere impostati utilizzando un pulsante. Le singole impostazioni vengono visualizzate sul quadro strumenti TFT. Il sistema di 'crociera controllata' ha due caratteristiche di controllo selezionabili: confortevole o dinamico, in cui il comportamento di accelerazione e decelerazione viene modificato di conseguenza. Il controllo della distanza può anche essere disattivato per poter utilizzare il Dynamic Cruise Control. In curva, la velocità viene automaticamente ridotta, se necessario, per puntare ad un comodo angolo di inclinazione. Con un angolo di inclinazione crescente, tuttavia, le dinamiche di frenata e accelerazione sono limitate al fine di mantenere una guidabilità stabile e di non disturbare il pilota da brusche frenate o accelerazioni. Il BMW Motorrad ACC è comunque un sistema di assistenza al pilota che lascia la responsabilità al pilota e gli permette di intervenire in ogni momento, anche perché il nuovo ACC risponde solo ai veicoli in movimento. I veicoli fermi, come ad esempio in caso si code o mezzi fermi ai semafori, non sono considerati.

In questi casi, il pilota deve intervenire come sempre autonomamente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie