Team Biker's Island vince il primo trofeo Moto Guzzi

Misano grande spettacolo nella gara finale del Fast Endurance

Redazione ANSA ROMA

Sono Samuele Sardi e Oreste Zaccarelli del Team Biker’s Island i vincitori della prima edizione del Moto Guzzi Fast Endurance. Il duo campione ha ottenuto il successo della manifestazione grazie al terzo posto conquistato nella combattutissima gara del Misano World Circuit, l'ultima del monomarca dell'Aquila. Nella prova romagnola della 'miniendurance' ha trionfato il ParkinGO Team. Con cinque equipaggi diversi sul gradino più alto del podio in cinque prove differenti, il campionato organizzato dalla Casa di Mandello del Lario e corso con le V7 III stradali modificate con il Kit Racing GCorse e con le gomme Pirelli Phantom Sportscomp RS, ha confermato di avere una formula avvincente formula, in grado di garantire spettacolo grazie anche all'elevato equilibrio mostrato. A spuntarla nell’ultima “miniendurance” dell’anno è stata una coppia di piloti al debutto nel Trofeo, quella del ParkinGO Team, composta da Giuliano e Edoardo Rovelli, bravi a issarsi al comando della corsa subito dopo il primo cambio pilota, mentre le concitate fasi iniziali della corsa avevano visto ben sei equipaggi protagonisti di una serratissima bagarre al vertice. Tra di loro anche i due Team in lotta per la vittoria finale del Trofeo, Circuito Internazionale d’Abruzzo e Biker’s Island. La suspence è durata sino all'ultimo: questi ultimi, infatti, hanno avuto la meglio grazie ai punti della terza posizione, ottenuta in seguito alla penalizzazione inflitta proprio ai diretti rivali, a causa cambio pilota effettuato in ritardo. Una vittoria finale meritata per Samuele Sardi e Oreste Zaccarelli del Team Biker’s Island, ottenuta correndo una stagione ad altissimo livello e coronata anche dal successo nella tappa di Magione dello scorso giugno. Niente da fare invece per la compagine abruzzese e per il bravissimo Riccardo Mancini - autore del giro più veloce in 2’00”394 -, questa volta in coppia con Daniele Sasselli in sostituzione dell’abituale compagno di squadra Nicola Maccaferro, infortunato. Sul podio di Misano anche il 117 Racing Team (Matteo Giordani - Carlo Maderna), secondi al traguardo, mentre il premio speciale per chi guadagna più posizioni dal primo giro di gara alla bandiera a scacchi è andato ancora una volta al Team Proraso (Roberto Ciovacco - Francesco Alberini), capaci di recuperare ben sette posizioni e già protagonisti di una bella rimonta nel precedente appuntamento di Adria. In pista a divertirsi sulle Moto Guzzi V7 III anche due ospiti speciali: Guido Meda, che ha diviso la sella con Gianfranco Guareschi ottenendo un’ottima quarta posizione, e DJ Ringo, alla sua terza apparizione nel Trofeo dopo aver già corso nelle tappe di Magione e di Adria. In sella alla V7 III del team The Clan ha corso l’ultima coppia di piloti votata online dalla community ufficiale Moto Guzzi, composta da Paolo Stagi e da Massimo Mantovani, diciassettesimi al traguardo. Anche loro hanno potuto apprezzare le doti della Moto Guzzi V7 III: divertente da guidare, maneggevole e sfruttabile da tutti. La classifica della gara: 1. (23) ParkinGO Team; 2. (90) 117 Racing Team; 3. (93) Biker’s Island; 4. (750) Canottieri Moto Guzzi 2; 5. (71) 598 Corse; 6. (127) Guaracing Factory; 7. (166) Scuderia Aquile Millenarie; 8. (49) Vettor-Frigerio (wild card); 9. (76) Circuito Internazionale d’Abruzzo; 10. (48) Team Proraso; 11. (19) Team ChiMoto; 12. (12) Team Zard; 13. (993) “Gaffe”; 14. (69) Fab Four Racing; 15. (41) Moto dei Miti; 16. (45) Team Spirit of 4.5 - PMR Moto; 17. (57) The Clan; 18. (00) Virgin Radio; 19. (850) Moto Guzzi World Club; 20. (13) Luporacing; 21. (29) Ballerini-Tramontano (wild card).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA