Agile e briosa, Vespa elettrica è anche divertente

Abbina un fascino inimitabile al rispetto per l'ambiente

Redazione ANSA

ROMA - Stile iconico e linee dal fascino inimitabile si sposano sulla Vespa Elettrica al rispetto per l'ambiente e al piacere di viaggiare con il giusto brio, nel massimo silenzio. Connessa e personalizzabile, divertente da guidare anche nel traffico, l'interpretazione del 'cinquantino' green secondo Piaggio è un mix vincente carico di sex appeal. Con 100 km di autonomia per pieno di energia, la due ruote a zero emissioni di Pontedera svicola nelle aree urbane senza ansie da ricarica. Per chi, invece, in centro ci arriva dall'hinterland, la soluzione giusta si chiama 'X', con raggio d'azione esteso a quasi 200 km, grazie alla disponibilità di un piccolo motore a benzina con funzione di generatore elettrico, alimentato con un serbatoio da 3 litri.

In questo caso, 50 km di percorrenza sono garantiti dalla batteria, più piccola rispetto al modello standard, e 150 dal generatore. Peccato solo che per guidare questa versione bisognerà attendere ancora qualche mese.

Provata nella variante elettrica pura, l'ultima evoluzione dello scooter più amato dagli italiani tra le strade lastricate di pavé del cuore di Milano si è rivelato un mezzo senza tempo, in grado di regalare libertà di movimento a giovani e anziani, uomini e donne, ora anche con attenzione alla qualità dell'aria.

Le strisce di colore su scudo, sella e cerchi in lega di alluminio (da 12'' all'anteriore e da 11'' al posteriore), sono alcuni dei suoi elementi distintivi rispetto ai modelli a benzina. Al passo con i tempi, adotta fari e luci diurne a LED. Targa e prestazioni da cinquantino (velocità massima limitata quindi a 50 km/h), nel traffico la Vespa Elettrica si muove con discreta verve: il suo motore da 3,5 kW di potenza massima (4,6 Cv) e 4 kW di picco (5,4 Cv) offre, infatti, istantaneamente ben 200 Nm di coppia, permettendo scatti sino a 40-45 km/h paragonabili a quelli di un 100 cc. E' alimentato da una batteria agli ioni di litio da 4,2 kWh che si ricarica completamente in 4 ore, tramite una comunissima presa domestica da 220 V (il pratico cavo avvolgibile è sistemato sotto la sella). Può, inoltre, può beneficiare di un sistema di recupero dell'energia in decelerazione e in frenata di tipo Kers, che ne aumenta l'autonomia.

Completamente progettata e sviluppata dai tecnici di Pontedera, anche nella componentistica elettrica, si conferma simbolo vincente nel mondo del gusto e del saper fare italiano.

Lunga 1.870 mm, larga 735 mm, con passo di 1.350 mm e sella alta da terra 790 mm, a parte il cuore EV è la solita nota e apprezzata Primavera, con scocca in lamiera di acciaio con rinforzi strutturali saldati. La batteria, situata sotto il vano portacasco per non comprometterne la funzionalità, pesa 25 kg e promette fino a 1000 cicli di ricarica completi, per percorrenze tra i 50.000 e i 70.000 km senza problemi. All'anteriore adotta un monobraccio con molla elicoidale e monoammortizzatore idraulico, al posteriore un monoammortizzatore idraulico. I freni sono davanti da 200 mm di diametro e dietro a tamburo da 140 mm, con pneumatici rispettivamente 110/70-12'' e 120/70-11''. Freni efficaci che, impostando il sistema di recupero di energia sul livello più alto dei due disponibili si usano davvero poco: basta rilasciare il gas e lei rallenta.

Rispetto alle versioni a benzina spicca come particolarità il tasto ''riding mode'', posizionato sul manubrio destro: si può scegliere fra marcia in avanti e indietro (reverse) e due modalità di guida: Power ed Eco. Optando per quest'ultima la velocità viene autolimitata a 30 km/h, l'accelerazione è meno spinta ma lo scooter guadagna sino a 15 km di autonomia per pieno.

Tra le chicche di bordo da segnalare il sistema multimediale con schermo a colori di 4,3 pollici che consente di collegare lo smartphone allo scooter, per essere sempre connessi, anche in movimento, e poter leggere sul display avvisi di chiamata e notifiche di messaggi. Se, poi, si dispone di altoparlante con microfono inseriti nel casco, si può rispondere alle telefonate tramite i tasti sul manubrio o utilizzare i comandi vocali per selezionare la musica dallo smartphone.

Già in vendita, la Vespa elettrica viene proposta in Europa a 6.390 euro o in alternativa con una formula di acquisto rateale sino a 72 mesi, con canone mensile di 99 euro e prima rata a 90 giorni dall'acquisto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: