Pneumatici invernali, i segreti per allungarne la vita

Fondamentale pressione, rotazione e controllo del battistrada

Redazione ANSA

La sicurezza su quattro ruote passa anche dal controllo dello stato dei pneumatici invernali. Assodata la differenza di usura tra gli pneumatici anteriori e quelli posteriori, con una serie di test sul campo, Nokian Tyres ha mostrano che gli pneumatici posti sull’asse di trazione possono usurarsi fino a quattro volte più velocemente in inverno rispetto agli altri due. Proprio per questo si dovrebbe effettuare la rotazione degli pneumatici tra gli assi, anche a metà stagione. I test condotti hanno dimostrato che, quando si guida con pneumatici invernali, gli pneumatici anteriori su un veicolo a trazione anteriore possono usurarsi fino a quattro volte più velocemente degli pneumatici posteriori. Sugli pneumatici estivi, il tasso di usura di quelli anteriori può essere circa il doppio rispetto a quelli posteriori.

Quali sono quindi le regole per allungare la vita agli pneumatici invernali? la prima è quella che indica una guida attenta e proattiva, evitando brusche frenate, accelerazioni e sterzate secche. La guida aggressiva e i veicoli ad alta potenza, infatti, sottopongono gli pneumatici ad uno stress maggiore del solito, il che può causare un'usura irregolare degli pneumatici invernali. L'utilizzo della pressione corretta degli pneumatici per il carico ridurrà l'usura degli pneumatici, la resistenza al rotolamento e migliorerà la stabilità di guida. La pressione si abbassa con il freddo, quindi si dovrebbero gonfiare gli pneumatici invernali a 0,2 bar (20 kPa) in più rispetto alle raccomandazioni del produttore.

La raccomandazione sulla pressione degli pneumatici è disponibile, ad esempio, nel manuale d’uso dell’auto. È necessario regolare la pressione degli pneumatici quando questi ultimi sono freddi, cioè prima di partire per un lungo viaggio. Quando si montano gli pneumatici invernali, è necessario controllare la quantità di battistrada residuo sulle scanalature principali. È inoltre necessario controllare la data di produzione dello pneumatico, contrassegnata sul lato dello stesso. La sequenza di quattro numeri indica l'età dello pneumatico: le prime due cifre indicano la settimana di produzione, mentre le ultime due l'anno. Si dovrebbe usare un singolo set per un massimo di sei stagioni invernali. I veicoli più vecchi, inoltre, hanno bisogno di buoni pneumatici.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie