Rc Auto: Ivass, prezzi -30% dal 2014

Giù del 6% in 2021,-3,8% in trimestre 2022. Sud resta più caro

Redazione ANSA ROMA

I prezzi dell'Rc Auto in Italia sonoscesi del 30% dal 2014, sottolinea l'Ivass nella relazione annuale. Il prezzo medio rilevato per i contratti stipulati nel primo trimestre del 2022 è pari a 353 euro, con una variazione di quasi il -30% rispetto al 2014. La diminuzione del livello dei prezzi ha subito una ulteriore accelerazione nel 2021 (-6,3%), anno caratterizzato dalla riduzione della frequenza sinistri in conseguenza della pandemia, e inizia a decelerare nel primo trimestre del 2022 (-3,8% su base annua). I prezzi risultano eterogenei tra le macro-aree del Paese: il differenziale tra le macro-aree storicamente più (Sud) e meno costose (Nord Ovest) nel primo trimestre del 2022 è pari al 17,1%. Gli assicurati residenti al Sud pagano in media un premio più elevato di 57 euro rispetto agli assicurati del Nord Ovest (388 contro 331 euro). Nel 2021 la quasi totalità delle imprese ha apportato riduzioni di prezzo, comprese in un intervallo dal -0,2% al -9,0% . Le riduzioni di prezzo di maggiore intensità, superiori al -7,0%, sono associate a tre imprese di piccola dimensione, con quota di mercato complessiva pari al 3% del totale. Tra le prime cinque imprese, che assicurano il 49% del mercato, le variazioni di prezzo sono comprese tra il -2,9% e +1,3% 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie