Tesla replica a JPMorgan, ha agito solo nel suo interesse

La risposta alla causa da 162 mln per i tweet di Musk

Redazione ANSA NEW YORK

 Tesla alza i toni contro JPMorgan, accusandola di aver cercato con la sua condotta solo di trarre "impropri benefici" sul prezzo delle azioni del colosso delle auto elettriche. In alcuni documenti depositati presso un tribunale di New York, citati dal Financial Times, la società di Elon Musk risponde alla causa intentata dalla banca nei suoi confronti. Nell'azione legale JPMorgan chiedeva 162 milioni di dollari in seguito ai tweet di Elon Musk del 2018, nei quali affermava di voler effettuare il delisting del colosso delle auto elettriche. JPMorgan aveva quindi spiegato che dei warrant venduti da Tesla hanno costretto la banca a rivedere e aggiustare le sua posizione, dopo che Musk aveva twittato di essersi assicurato i fondi per il delisting di Tesla a 420 dollari per azione. Quando Tesla ha successivamente annunciato che avrebbe abbandonato l'operazione, il valore dei warrant è cambiato ulteriormente e JPMorgan è stata costretta a cambiare la sua posizione. La banca liquida le accuse di Tesla come "senza merito".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie