Moda

Il viola simbolo di unione, tutto sui look di Kamala Harris e della First Lady Jill Biden

Da Rogers a Alexandra O'Neill, i giovani designer emergenti per l'inauguration day

US Presidential inauguration 2021 © EPA
  • Redazione ANSA
  • NEW YORK
  • 21 gennaio 2021
  • 16:05

Giovani designer americani emergenti: così mercoledì 20 gennaio 2021 la nuova moda Usa ha fatto il suo ingresso nella cerimonia del giuramento del nuovo presidente americano Joe Biden. Cappotto di tweed e vestito celeste oceano della designer emergente Alexandra O'Neil per Jill Biden. Kamala Harris ha scelto invece i designer afroamericani Christopher John Rogers e Sergio Hudson. La scelta di giovani stilisti da parte di Jill Biden e Kamala Harris si contrappone a quella di Melania, che ha lasciato la Casa Bianca con indosso un giacchetto Chanel, un vestito Dolce Gabbana e le scarpe di Christian Louboutin.  Per Joe Biden un classico completo blu di Ralph Lauren. E così anche per Doug Emhoff,  il primo Second Gentleman del paese.
Kamala Harris è diventata la prima donna, la prima nera e la prima vicepresidente dell'Asia meridionale degli Stati Uniti e ha prestato giuramento indossando la creazione di un importante designer di origini afroamericane. Harris indossava il viola dalla testa ai piedi, di Christopher John Rogers.  Kamala Harris ha usato come accessorio le perle, ormai un tratto distintivo: una collana di Wilfredo Rosado. Si dice che sia stata disegnata da Karla Welch.
Ma è il total viola ad attirare l'attenzione per i suoi significati: il viola è visto come un richiamo all'unità, il matrimonio del rosso e del blu. Ma forse ha un significato più profondo per il vicepresidente: durante la sua campagna presidenziale, Harris ha scelto il viola come omaggio a Shirley Chisholm, la prima donna di origini afroamericane eletta al Congresso e la prima candidata nera alla presidenza.
Su Instagram, Christopher John Rogers - che nel 2020 ha vinto il CFDA Award come American Emerging Designer of the Year, dopo aver vinto il CFDA / Vogue Fashion Fund l'anno prima - ha scritto : "Grazie, signora Vicepresidente. Siamo onorati di aver giocato un piccolo ruolo in questo momento storico". Rosado, un gioielliere portoricano con sede a New York, ha detto a WWD che la collana personalizzata che ha creato per la vicepresidente aveva lo scopo di "rappresentare la forza e anche la moda in un certo senso. Sembra molto classico in termini di esecuzione, ma quando la vedi di persona e in movimento, è molto affascinante, ma comunque resistente. È una collana audace, non un classico filo di perle. Amo la sua forza, c'è un aspetto femminile che mi ha fatto desiderare di aggiungere un po' di glamour a quel momento, quindi c'è un movimento speciale nella collana", ha aggiunto.

Anche la First Lady Jill Biden, entrata tenendo la mano di suo marito, il presidente Joe Biden, ha scelto un giovane designer americano. Ha indossato prima un elegante cappotto viola di Jonathan Cohen con cintura in velluto e poi un altro look del marchio di abbigliamento femminile Markarian di New York, disegnato da Alexandra O'Neill. Consisteva in un cappotto di tweed con colletto e polsini di velluto azzurro oceano, indossato sopra un abito affusolato con un corpetto di chiffon e una gonna smerlata. Perle e cristalli Swarovski disposti in un delicato motivo floreale coprivano la scollatura. Ai piedi, décolleté con tacchi alti di Jimmy Choo in una tonalità di blu simile. E' proprio la maison a sottolineare che il completo è stato creato in una tonalità di "speranza per indicare fiducia, sicurezza e stabilità". È stato realizzato da un piccolo team nel cuore del Garment Center di New York City e rifinito a mano dalla stessa O'Neill nel suo studio nel West Village. O'Neill ha lanciato Markarian nel 2017 e in soli tre anni i suoi modelli sono approdati su artisti del calibro di Kerry Washington e Lizzo. Ora è arrivata a vestire la First Lady per l'inaugurazione presidenziale.

- Intanto sulla rete spopola il giallo brillante del cappotto indossato dalla poetessa Amanda Gorman - leggi lo speciale sulle curiosità fashion

Tra i tanti "fashion statement" dell'insediamento di Joe Biden un posto d'onore spettano alle "muffole" di lana di Bernie Sanders: il senatore del Vermont, rivale di Biden durante le primarie, ha partecipato alla cerimonia in Campidoglio seduto su una seggiolina, braccia e gambe incrociate, e l'immagine ha scatenato la fantasia su Twitter. "Nello yoga ebraico e' la posizione 'aspetto mia moglie che fa shopping da Loehmann'", e' stato uno dei micromessaggi piu' rilanciati nelle ultime ore. Sanders e' famoso per le sue "muffole": ne ha tante, tutte lavorate a mano da una insegnante di Burlington. Altri "fashion statement" del giorno di Biden includono la coperta in cui si e' avvolta la futura ministro del Tesoro Janet Yellen per proteggersi dal freddo sui gradini del Capitol e il cappellino dal sapore retro' del bebe' di 10 mesi, figlio di Hunter Biden e della compagna Melissa Cohen. Piu' spettacolare la mise di Lady Gaga disegnata da Daniel Roseberry per Schiaparelli Haute Couture che automaticamente invitava al distanziamento sociale con la sua enorme gonna. In bianco "suffragetta" Chanel Jennifer Lopez, che ha optato per un mix di pezzi della maison parigina dalle collezioni autunno 2020 e 2021. Solare infine la giovanissima poetessa Amanda Gorman in un maxi cappotto giallo squillante e camicia bianca di Prada accessoriati con un cerchietto rosso fiamma nei capelli intrecciati. Capi gia' indossati altre volte e che - ha spiegato la ragazza - contengono "in se stessi simbolismo e sentimentalismo'". Completava la mise una spilla con un uccellino in gabbia, omaggio a Maya Angelou, la poetessa afro-americana che l'ha preceduta sui gradini del Capitol per l'insediamento di Bill Clinton.

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie