Com.Diavolo, Covid peggio della guerra

Germano Nicolini, oggi ascolterò chi canta Bella Ciao al balcone

Redazione ANSA BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA, 25 APR - "Il Coronavirus forse è peggio della guerra, perché il nemico è subdolo, non si vede. Noi partigiani potevamo difenderci". Lo dice all'ANSA, nel giorno della festa della Liberazione, Germano Nicolini, al secolo il 'Comandante Diavolo', 101 anni il prossimo 26 novembre.
    Considerato tra i più grandi simboli e protagonisti della Resistenza nella Seconda Guerra Mondiale, tra i migliori combattenti reggiani, medaglia d'argento al valore militare. "Oggi passerò le celebrazioni in casa come tutti. Starò ad ascoltare quelli che canteranno 'Bella Ciao' dal balcone. Spero siano tanti, soprattutto tra i giovani". E sulle polemiche politiche che si sono scatenate sull'opportunità di scendere in piazza per la commemorazione, il 'Diavolo' sentenzia: "Sulle polemiche strumentali e opportunistiche, stendiamo un pietoso velo di silenzio...". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA