Scuola: al via bando per programmi Intercultura 2021

Posti a disposizione in 60 paesi in tutto il mondo

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 05 AGO - E' possibile consultare sul sito di Intercultura www.intercultura.it il nuovo bando di concorso per gli studenti delle scuole superiori interessati a trascorrere un periodo di studio all'estero nell'anno scolastico 2021-22. I programmi dell'Associazione senza fini di lucro che dal 1955 opera in Italia e in tutto il mondo attraverso la rete AFS Intercultural Programs sono rivolti prioritariamente a studenti nati tra il 1 luglio 2003 e il 31 agosto 2006 e consentono di frequentare una scuola locale e di vivere insieme a una famiglia selezionata. Tra le novità si segnala l'apertura dei programmi in Grecia (anno scolastico) e l'attivazione dell'anno scolastico e del trimestre nel Regno Unito.
    Anche per quest'anno il bando di concorso prevede che gli studenti che necessitano di un sostegno economico possano usufruire di una delle centinaia di borse di studio totali o parziali messe a disposizione da Intercultura attraverso il proprio fondo dedicato a questo scopo. In aggiunta, da settembre, saranno disponibili altre centinaia di borse di studio grazie alle donazioni di numerosi enti, aziende e fondazioni. Le iscrizioni al concorso potranno essere effettuate online dal sito di Intercultura, a partire dal 1 di settembre fino al 10 novembre 2020.
    Intanto, l'Associazione sta lavorando per riprogrammare le partenze degli studenti vincitori del concorso per i programmi dell'anno scolastico 2020-21. Le date nella maggior parte dei casi sono slittate di alcuni mesi, ma per alcuni Paesi dove la situazione epidemiologica è migliore le prime partenze sono previste già nel mese di agosto 2020. Un auspicio per la ripresa del nuovo anno scolastico e un messaggio di speranza per migliaia di studenti che non vogliono rinunciare a vivere un'esperienza così importante nel loro percorso di formazione.
    "Una grande maggioranza della popolazione mondiale sta vivendo lo spaesamento e le difficoltà di un evento inaspettato, per il quale non eravamo preparati" - spiega Andrea Franzoi, Segretario Generale di Intercultura - Nonostante i grandi limiti a cui siamo tutti sottoposti, molti giovani non rinunciano, ora più che mai, alla prospettiva di aprirsi al mondo e Intercultura intende sostenere gli studenti, le famiglie, le scuole che vogliono impegnarsi per costruire una società sempre più aperta e attenta a formare cittadini responsabili e attivi. In tale contesto l'educazione interculturale e l'apertura al mondo diventano quindi delle vere e proprie priorità". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA