Laboratorio clandestino di mascherine

Polizia scopre a Torino 16 lavoratori in nero

Redazione ANSA TORINO

(ANSA) - TORINO, 26 MAG - Riconverte la sua produzione di maglieria per realizzare mascherine e camici monouso per l'emergenza Coronavirus, ma i 16 operai che impiega sono in nero. Un cittadino di origini cinesi di 45 anni è stato denunciato dalla polizia, a Torino, per diversi reati collegati alle normative sul lavoro e sulla sicurezza.
    Il laboratorio, che si trovava in corso Vercelli, era di 1000 metri quadrati. Durante il controllo, al quale erano presenti il titolare e il figlio 18enne, gli agenti hanno scoperto che la ditta ha tre dipendenti regolarmente assunti, che però non erano presenti, mentre diverse delle persone pagate in modo irregolare arrivavano da Milano e due di loro erano privi del permesso di soggiorno. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA