'Basta Muri', 3.000 studenti all'Onu

Da tutto il mondo a New York con l'Associazione Diplomatici

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Parlare di Democrazia e Libertà a trenta anni dalla caduta del Muro di Berlino e riflettere su come da allora il mondo è cambiato. Su questo grande tema si confronteranno gli oltre tremila studenti di oltre cento paesi che l' Associazione Diplomatici chiama a raccolta a New York da venerdì 29 a domenica 31 marzo per l'ottava edizione di Change The World secondo il modello delle Nazioni Unite. I giovani che arrivano da tutto il mondo simuleranno proprio nella sede dell'Onu l'attività di ambasciatori, ministri e primi ministri replicando gli incontri di G8, G20, Banca Mondiale e Fondo Monetario internazionale. L'appuntamento annuale nel Palazzo di Vetro è l'evento più prestigioso tra le attività promosse dalla palestra di diplomazia creata dall'imprenditore catanese Claudio Corbino per avviare i giovani al lavoro di mediazione internazionale in contesti di alto livello.
    L'Associazione Diplomatici, fondata nel 2000, è una Ong riconosciuta partner ufficiale delle Nazioni Unite, con status consultivo nel Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC).
    L'intervento di ospiti internazionali di grande prestigio fanno del "Change The World" uno dei forum internazionali più importanti in cui gli studenti possono incontrare gli esponenti della politica e della diplomazia mondiale, confrontarsi sullo sviluppo sostenibile del pianeta, sui valori della democrazia e della tolleranza, prepararsi per formare la classe dirigente del futuro. L'anno scorso fu l'ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton ad inaugurare i lavori nell'aula dell'Assemblea Generale. Quest'anno tra gli ospiti ci saranno Enrico Letta, Angelino Alfano e Liliana Segre, il grande calciatore francese Michel Platini, la virologa Ilaria Capua ed Henrietta Holsman Fore, imprenditrice statunitense e settimo Direttore Generale dell'Unicef. Ad accogliere i ragazzi anche i testimonial dell'Associazione, il campione del mondo della Nazionale di Calcio Marco Tardelli; l'ex magistrato antimafia Giuseppe Ayala; Giuseppe Scognamiglio, presidente della rivista di geopolitica Eastwest; Salvatore Carruba, presidente dell'International Board di Change the World Model United Nation; Lucio Caracciolo, fondatore della rivista Limes. Tra gli ospiti di questa edizione Enrico Giovannini, portavoce dell'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS); l'ambasciatrice Mariangela Zappìa Caillaux, i giornalisti Antonio Monda, Maria Latella e Myrta Merlino.
    Venerdì 29 marzo nella General Assembly Hall della sede dell'Onu l'apertura ufficiale dei lavori. Domenica 31 marzo la conclusione con una doppia cerimonia, per gli studenti delle scuole medie e superiori dalle 19 alle 20, per gli universitari dalle 20.30 alle 22.30.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA