Capitano Ultimo ricorda cattura Riina

Domenica prossima presso casa famiglia a Roma, 'tutti invitati'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 9 GEN - Non una commemorazione, ma una serata di legalità, per ricordare l'anniversario della cattura di Totò Riina, il capo di Cosa Nostra: l'iniziativa si svolgerà domenica prossima alla tenuta 'La Mistica', in zona Prenestino, a Roma, alla presenza del colonnello Sergio De Caprio, il Capitano Ultimo che catturò il boss, e dei carabinieri che contribuirono a quel successo investigativo. Sono trascorsi 25 anni - era il 15 gennaio 1993 - quando a Palermo venne catturato Riina. Il capo dei capi di Cosa Nostra, accusato di centinaia di omicidi, si nascondeva in una villa costruita all'interno di un comprensorio di lusso, protetto dagli uomini della sua organizzazione e da imprenditori legati alla mafia. Il suo covo venne individuato dopo sei mesi di indagini dai carabinieri del Ros guidati dal Capitano Ultimo. La cattura avvenne nelle strade di Palermo, in pieno giorno, e pose fine ad una latitanza durata 23 anni.
    Domenica 14 gennaio, dunque, in occasione del venticinquesimo anniversario di quell'operazione che costituisce tuttora il colpo più duro inferto a Cosa Nostra, il capitano Ultimo e gli altri carabinieri ricorderanno quei giorni e quell'evento insieme a chi - famiglie, amici, gente comune - vorrà partecipare "non a una celebrazione - viene precisato - ma a una serata di legalità. L'invito è aperto a tutti". A partire dalle 19.30 presso la tenuta "La Mistica", che ospita la casa famiglia gestita dall'Associazione volontari capitano Ultimo onlus, è prevista "una cerimonia semplice: un saluto, un ricordo, una preghiera, una cena insieme".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA