Acqua: Arera, divario Nord-Sud, servono incentivi

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 15 GIU - Nella graduatoria del miglior servizio idrico in Italia, le 66 posizioni più importanti sono occupate complessivamente da 26 gestori. E' quanto emerge dai dati della prima analisi della Qualità Tecnica del servizio idrico, raccolti da Arera, con i quali per la prima volta in Italia il servizio idrico è stato misurato e giudicato, attribuendo premi e penalità ai gestori. Le premiazioni sono concentrate al Nord del Paese (21 podi per il Nord Ovest e 24 per il Nord Est), seguiti dal Centro (con 18 podi). Solo 3 posizioni sul podio sono occupate da gestioni collocate nell'area geografica Sud e Isole, confermando il 'water divide' da compensare, anche attraverso i meccanismi di incentivazione.

Le graduatorie stilate da ARERA prevedono più categorie, con rilevazione di dati e informazioni per annualità di valutazione.

In una prima serie di visualizzazioni sono descritti in maniera sintetica e semplificata i principali aspetti della regolazione della qualità tecnica e il suo obiettivo di migliorare l'impatto sull'ambiente e sul servizio reso agli utenti. Si possono quindi avere informazioni sui macroindicatori, la loro composizione, le classi di performance e gli obiettivi di miglioramento, nonché il funzionamento del meccanismo di premi e penalità con i suoi diversi stadi (base, avanzato, eccellenza) e i motivi che hanno portato alcuni gestori ad essere esclusi da alcuni stadi o da tutti gli stadi del meccanismo incentivante. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA