Italia-Francia, in gioco una medaglia

Uomini Arrigoni in campo nello stesso giorno finale Mundial 2006

(ANSA) - NAPOLI, 8 LUG - Sarà pure vero che in palio non c'è il titolo di campioni del mondo come quel 9 luglio di tredici anni fa a Berlino (casualità, lo stesso giorno, ndr), ma quando su un campo di pallone si fronteggiano Italia e Francia non è mai una sfida come le altre. L'appuntamento per uno dei classici del calcio mondiale è domani sera a Benevento: in palio un posto tra le prime quattro nel torneo delle Universiadi Napoli 2019. E se lo dice Filippo Inzaghi che quella sera a Berlino c'era, c'è da crederci: "La partita con la Francia - spiega il maggiore dei fratelli Inzaghi - non è mai una partita come le altre, lo sappiamo bene. E' qualcosa di speciale. Quindi i tifosi più che mai dovranno esserci".
    Oggi Pippo Inzaghi allena il Benevento, e anche se sta in ritiro a Pinzolo con la squadra non fa mancare il suo sostegno: "Ho già avuto modo di constatare l'affetto della piazza di Benevento. I tifosi sono stati incredibili, quindi sono certo che non faranno mancare il loro sostegno all'Italia. E' una partita importante. Gli azzurrini si sono comportati molto bene finora, l'Italia ha dimostrato di essere una buona squadra. E merita di essere ancora più sostenuta domani sera". L'affetto dei tifosi lo ha emozionato in questo suo nuovo inizio. "Ero curioso e sono rimasto colpito dall'accoglienza ricevuta.
    Cercherò con tutto me stesso di rendere i tifosi orgogliosi".
    Un altro campione del mondo 2006, Massimo Oddo, nonché medaglia d'oro all'Universiade 1997, sposa la causa azzurra. "In verità quando si affrontano i francesi - sottolinea - conta poco la competizione, Mondiali o Universiade. La rivalità è forte, storica, e in questo caso c'è l'occasione di andare a medaglia.
    L'Universiade per me rappresenta un ricordo indelebile, in Sicilia - conclude - ho ottenuto il primo riconoscimento della mia carriera".
    Non solo Inzaghi e Oddo. Anche Milena Bertolini, ct della Nazionale femminile che ha entusiasmato gli italiani nel recente Mondiale francese, ha fatto pervenire il suo sostegno agli azzurrini. "Stasera c'è la Nazionale femminile, domani quella maschile alle Universiadi di Napoli. Due Nazionali che stanno facendo benissimo, che stanno mandando un messaggio importante a tutta la Nazione. Vi chiedo di seguirle, di andarle a vedere perché c'è bisogno dell'affetto di tutti per superare queste partite che saranno difficili".
    "Il campo è perfetto - dice il tecnico degli azzurri Daniele Arrigoni - certo spero di soffrire meno rispetto a Italia-Francia 2006, ma gli avversari sono forti, con grandi qualità individuali. Noi, però, giocheremo in casa ed è un fattore importante in questi eventi e sono certo che Benevento saprà sostenerci. Se passiamo - aggiunge - si va in zona medaglia. Per quello che si è visto fino ad oggi solo il Giappone sembra superiore a tutti, noi siamo nel gruppetto alle spalle e l'esperienza già bella rischia di diventare fantastica.
    Devo dire - conclude Arrigoni - che l'Universiade davvero mi sta sorprendendo per organizzazione e incrocio di culture diverse". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie