A Napoli rinvio a giudizio per imprenditore Alfredo Romeo

Anche per direttore Asl, Bocchino ed ex governatore Caldoro

L'imprenditore Alfredo Romeo è stato rinviato a giudizio dal gup di Napoli nell'ambito di una inchiesta dei sostituti procuratori Carrano, Woodcock e Raffaele. All'imprenditore difeso dagli avvocati Carotenuto, Sorge e Vignola, viene contestato il reato associativo e altri reati minori. Romeo è stato assolto con l'architetto Ivan Russo, della Romeo Gestioni, anche dall’unico reato di corruzione contestato.

L'imprenditore e avvocato Alfredo Romeo è stato altresì assolto dal reato di evasione fiscale insieme con l'amministratore delegato della Romeo Gestioni Enrico Trombetta. Non è stata mai in contestata, inoltre, all'avvocato Alfredo Romeo e all'azienda Romeo Gestioni alcuna ipotesi relativa di appalti.

Rinviati a giudizio anche l'ex parlamentare Italo Bocchino e l'ex governatore Stefano Caldoro, entrambi per traffico di influenze, e l'attuale dg dell'Asl Napoli 1 Centro Ciro Verdoliva, tra l'altro per rivelazione segreto d'ufficio.

 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie